Il lato positivo
Il lato positivo

3 cose che appartengono a una discarica, non a casa tua

Durante la nostra vita, acquistiamo un numero enorme di cose e alcune, se non la maggior parte, diventano inevitabilmente irrilevanti e inutili, trasformandosi in pile di spazzatura che giacciono intorno alla casa. A volte è utile controllare ciò che hai e sbarazzarti delle cose che non ti servono per fare più spazio ad altre cose. Il decluttering aiuta a trasformare il tuo spazio in una casa accogliente.

Potresti dire di non avere cianfrusaglie in casa, come vecchi mobili o piatti. Ma Il Lato Positivo ti parlerà di alcune cose che probabilmente non pensavi nemmeno fossero spazzatura.

1. Ricevute

Tenere traccia delle spese è un’ottima abitudine. Ma conservare pile di ricevute non è il modo migliore per farlo. Le ricevute svaniscono abbastanza velocemente perché la luce del sole distrugge l’inchiostro più velocemente di quanto distrugga i vampiri.

Tuttavia, puoi anche utilizzare le ricevute digitali. In effetti, nel momento in cui non usiamo quasi mai i contanti e tutte le applicazioni bancarie registrano le nostre spese, non è necessario tenere le ricevute in giro. E se stai facendo un grosso acquisto in contanti, scatta una foto della ricevuta. La foto non andrà da nessuna parte e puoi mostrarla facilmente in un negozio nel caso tu debba restituire qualcosa.

2. Orecchini senza compagno

Probabilmente avrai perso almeno una volta nella vita 1 orecchino. Cosa potresti fare con l’altro? Non puoi indossarlo a meno che tu non stia andando a una festa dei pirati. Non puoi nemmeno venderlo. E non puoi liberartene dandolo a un banco dei pegni a meno che non sia di metallo prezioso.

Ci sono molte ragioni per cui le persone non possono liberarsi dei vecchi gioielli. Ad esempio, un orecchino può servirti come ricordo di qualcuno o potrebbe esserti stato regalato da qualcuno che ami. In questo caso, puoi trovare uno specialista che può scioglierlo e trasformarlo in qualcosa di nuovo.

3. Cose che sono diventate obsolete

La tecnologia è progredita parecchio negli ultimi 20-30 anni: nastri VHS, floppy disk, CD e DVD sono tutte cose del passato ormai. Sì, sono diventati una sorta di raccolta e non è facile liberarsene. Ma pensaci: stanno semplicemente seduti sugli scaffali a raccogliere polvere. Quanto spesso guardi le tue cassette VHS? La risposta probabilmente è: mai. Al contrario, per vedere il tuo film in 4k preferisci guardarlo in streaming.

Inoltre, il nastro magnetico spesso viene distrutto e non può essere utilizzato. Quindi, se hai qualcosa di importante su quel nastro, come il tuo matrimonio o i primi passi di tuo figlio, assicurati di rendere la registrazione in digitale, per non perderla.

4. Lenzuola vecchie

Andare a letto dopo una dura giornata di lavoro è una delle cose più piacevoli che puoi fare nella vita. E se hai delle belle lenzuola, è ancora meglio. Ma se hai le stesse lenzuola che hai comprato negli anni 2000, forse è il momento di sbarazzartene e di comprarne delle nuove.

Inoltre, considera la possibilità di riciclare la tua vecchia biancheria. I grandi negozi spesso prendono vecchi tessuti per il riciclaggio. Prova a scoprire se ci sono posti del genere nella tua città.

5. Regali che non ti servono

Tutte le calamite che ti hanno regalato i tuoi colleghi, un vaso dall’aspetto strano che qualcuno ti ha regalato per il tuo compleanno, un profumo che ti fa tossire, sono cose che non ci rendono felici. Ma ci sentiamo in colpa quando pensiamo di buttarli via dato che erano regali, dopotutto.

Se non puoi semplicemente buttarli via, prova una soluzione diversa. Vendili o regalali. Se non riesci a trovare nuovi proprietari, buttali via senza pentirtene.

6. Giochi da tavolo e puzzle con pezzi mancanti

Non puoi giocare a scacchi, dama o Monopoli se mancano alcuni pezzi. Se perdi un dado, una carta o un pezzo degli scacchi, l’intero set diventa inutile. I puzzle in cui alcuni pezzi sono stati rubati dal tuo gatto non si trasformeranno in qualcosa di bello. I giochi sono fatti per essere utilizzati, non per essere tenuti, quindi butta via i set a cui manca qualcosa. Sì, anche quel set Lego che amavi ma di cui hai perso molti pezzi sotto il divano.

7. Hobby che hai abbandonato molto tempo fa

Diciamo che volevi imparare a ricamare e hai acquistato tutti i materiali necessari e ti sei preparato per creare un capolavoro. Ma in un paio di giorni ti sei reso conto che non faceva per te: le tue dita si sono stancate, i tuoi occhi hanno cominciato a far male e la cosa non ti ha calmato, anzi ti ha infastidito. Metti da parte tutta la roba e la vedi solo quando fai le pulizie.

Ammettilo: non ci proverai di nuovo. Puoi dare questa roba a una persona che lo fa davvero o vendila a qualcuno. Le cose inutili per te potrebbero essere utili a qualcun altro. E non preoccuparti, alla fine sicuramente troverai un hobby che ami!

8. Quaderni che non usi

Anche le persone che non usano penne da anni adorano i bei quaderni. Entrano nei negozi e passano ore a guardare tutte le copertine luminose adornate di gatti. E poi dicono qualcosa del tipo: “Questo è per i miei piani, questo è per i miei schizzi e questo è per la mia dieta”.

Sì, potremmo scrivere qualcosa per i primi due giorni e poi metterlo nella pila di altri quaderni che sono stati acquistati con le stesse buone intenzioni anni fa, ma che da allora non sono mai stati utilizzati. Ciò significa che questi quaderni sono praticamente vuoti.

Puoi riciclare tutti questi quaderni o almeno buttarli via.

9. Ganci metallici

I ganci fatti di fili spessi sono molto poco pratici. Prima di tutto, possono diventare trappole per i tuoi vestiti, impigliandosi nei fili appesi e strappandoli.

In secondo luogo, i vestiti potrebbero deformarsi se rimangono a lungo su una gruccia sottile. L’appendiabiti giusto deve imitare le nostre spalle per fare in modo che i vestiti non cambino forma.

L’opzione migliore e più duratura sono i ganci in legno spesso. Quindi butta via tutte quelle grucce!

10. Vasi di fiori vuoti

Molte cose accadono ai fiori in casa. Potresti cambiare i vasi, o i fiori in essi potrebbero morire per qualche motivo. Hai vasi di fiori vuoti che continuano ad accumularsi sul balcone o in un armadio. Pensi che un giorno ci pianterai qualcosa, ma non succede mai veramente.

Se sono passati anni da quando hai usato i tuoi vasi di fiori, buttali via e non pensarci due volte. Quando vuoi un nuovo fiore, comprerai un nuovo vaso apposito invece di tenere quelli vecchi per decenni, sperando che ne avrai bisogno.

11. Vecchi caricabatterie

Hai già uno smartphone con USB Type-C ma hai ancora decine di cavi per i telefoni che non hai nemmeno più. Qual è il motivo di conservare qualcosa di totalmente obsoleto che non potrà mai più essere utilizzato?

12. Scarti di materiali da costruzione

Dopo una ristrutturazione in un appartamento o in una casa, ci sono sempre degli avanzi, tra cui vernice, alcuni rivestimenti per pavimenti o carta da parati. E il nostro pensiero è sempre lo stesso: “Lo terrò nel caso avessi bisogno di aggiustare qualcosa”.

Ma devi semplicemente ammettere che questa roba è inutile e che un secchio di vernice è buono solo per circa 2 anni dopo averlo aperto.

13. Elettrodomestici che non usi

Un vecchio asciugacapelli che funziona e che è un peccato buttare, anche se ne hai uno nuovo; un tostapane che hai usato solo una volta dopo averlo acquistato; o uno spremiagrumi troppo fastidioso da lavare che non viene mai usato. Qualcosa di tutto questo ti suona familiare?

Sì, è triste buttare via le cose che funzionano. Se sono ancora nuovi, puoi provare a venderli online. E se sono vecchi, puoi semplicemente regalarli a chi ne ha bisogno.

Ti piace riordinare la tua casa e liberarti delle cose vecchie? Forse hai i tuoi trucchi di vita che ti hanno aiutato a sbarazzarti delle cose di cui non hai bisogno. Raccontaci cosa ne pensi!

Anteprima del credito fotografico East News, youla.ru
Il lato positivo/Curiosità/3 cose che appartengono a una discarica, non a casa tua
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti