Il lato positivo
Il lato positivo

11 costumi dei film che gli attori avrebbero preferito non indossare

I costumi dei film non sono sempre comodi. A volte, gli attori devono indossare pesanti armature da supereroe o qualcosa di scollato, perché i costumisti credono che il pubblico li apprezzerà di più in questo modo. Può quindi capitare che gli attori non siano molto soddisfatti di ciò che devono indossare durante le riprese.

Angelina Jolie — Costume di Lara Croft

Angelina Jolie non ha apprezzato molto il suo costume per Tomb Raider, perché era troppo stretto. Inoltre, per assomigliare all’eroina principale dell’omonimo gioco per computer, l’attrice ha dovuto indossare protesi imbottite per aumentare le dimensioni del suo seno.

Kit Harington — Costume di Jon Snow

L’attore ha rivelato che il suo costume era incredibilmente pesante. Inoltre, aveva la sensazione che i costumisti lo rendessero più pesante ogni anno. Harington ha anche detto che aveva un odore terribile.

Emilia Clarke — Costume di Daenerys

L’altra star de Il trono di spade ritiene che i suoi colleghi maschi siano stati fortunati, perché i loro costumi erano migliori di quelli femminili. Alcune scene sono state girate dove il clima era caldo e i costumi maschili avevano uno speciale sistema di raffreddamento all’interno. Purtroppo, le donne non hanno avuto questo vantaggio. A Emilia Clarke, per esempio, è stato permesso solo di sollevare la parrucca.

Ryan Reynolds — Costume di Lanterna Verde

Questo costume da supereroe è stato interamente creato con l’aiuto della grafica computerizzata. L’attore ha dovuto indossare una speciale tuta cinematografica, che è stata poi trasformata nel costume di Lanterna Verde durante la fase di post-produzione. Ryan Reynolds ha rivelato che la tuta era così scomoda che avrebbe preferito indossare un vero costume da supereroe.

Il film è stato un flop al botteghino e molti hanno detto che il supereroe aveva un aspetto poco convincente. Reynolds ha dichiarato di non sapere nemmeno che aspetto dovesse avere il costume di Lanterna Verde e di averlo visto solo nel primo trailer del film.

Carrie Fisher — Costume della Principessa Leila

Nel film Star Wars: Episodio VI — Il ritorno dello Jedi, la Principessa Leila viene catturata e imprigionata da Jabba the Hutt e, durante la sua prigionia, deve indossare un costume molto succinto: un bikini metallizzato. La stessa Carrie Fisher ha detto che questo costume sarebbe stato una maledizione anche per le top model. Doveva stare seduta molto dritta perché non poteva avere linee sui fianchi.

In generale, la Fisher riteneva che tali abiti rendessero la donna un oggetto, ma non aveva molta scelta. Ha anche raccomandato alle attrici che hanno recitato negli ultimi episodi di Star Wars di lottare per il loro diritto a non indossare vestiti simili.

Benedict Cumberbatch — Costumi di Sherlock Holmes

L’attore che ha interpretato il brillante detective ha rivelato di non amare i costumi di Sherlock. Ha detto che, anche se gli abiti erano ben realizzati, la vita era troppo piccola. Per questo motivo si sentiva a disagio sul set e non riusciva a respirare o a digerire correttamente.

Cumberbatch era anche preoccupato di non poter più indossare alcuni dei suoi abiti preferiti. Il fatto è che alcuni di questi assomigliavano molto ai capi del detective, quindi la gente avrebbe potuto facilmente associarlo al personaggio.

Margot Robbie — Costume di Harley Quinn

Lo stile di questa supercattiva è diventato iconico soprattutto grazie al suo costume, che consiste in una maglietta bianca strappata, pantaloncini corti scintillanti e collant a rete. Ma l’attrice non amava molto questo costume.

Margot Robbie ha dichiarato che, durante la scena in cui veniva lavata e bagnata con indosso una maglietta bianca, questa diventava così aderente che si sentiva in imbarazzo.

Elizabeth Olsen — Costume di Scarlet Witch

Elizabeth Olsen una volta ha notato che, tra gli Avengers, solo il costume del suo personaggio era scollato. Le altre attrici erano più coperte e anche lei voleva che il suo petto fosse coperto.

Chris Hemsworth — Costume di Thor

L’armatura del dio norreno aveva un aspetto fantastico, ma era scomoda. L’attore ha rivelato che, dopo alcuni mesi di riprese, era piuttosto difficile per lui svegliarsi e indossare il costume ogni mattina.

A un certo punto, Chris Hemsworth si è irrobustito così tanto da non riuscire più a entrare nel costume. Le sue mani iniziavano a intorpidirsi, perché le maniche erano molto strette. Fortunatamente, i costumisti hanno modificato il costume e Hemsworth ha potuto continuare a lavorare al film sentendosi più a suo agio.

Alyssa Milano — Costumi di Phoebe

Le protagoniste di Streghe hanno cambiato diversi costumi nel corso della serie. Ma secondo Alyssa Milano, molti di essi erano troppo succinti. Nell’80% delle scene erano vestite con qualcosa che sembrava biancheria intima. Ma, nonostante ciò, l’attrice ha amato la serie e i suoi personaggi.

Tra l’altro, il produttore dello show ha confermato che l’azienda televisiva aveva richiesto alle protagoniste di avere dei look più appariscenti sullo schermo.

Tom Holland — Costume di Spider-Man

Tom Holland ha rivelato in un’intervista che il suo costume era fatto di materiale molto ruvido, per cui ha dovuto indossare un perizoma e una tuta sottostante in rete per proteggere la pelle. Inoltre, il costume aveva cerniere nascoste che nessuno riusciva mai a trovare, quindi era davvero difficile da togliere.

Pensi che i costumi dei film dovrebbero essere comodi o che sia più importante il look generale di un personaggio?

Il lato positivo/Film/11 costumi dei film che gli attori avrebbero preferito non indossare
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti