Il lato positivo
Il lato positivo

12 personaggi che sono cambiati drasticamente dal libro al film

Il cinema e la letteratura hanno la capacità di portarci in nuovi mondi spettacolari; entrambi ci regalano esperienze uniche, e ognuno lo fa a modo suo. Da un lato, il libro lascia spazio all’immaginazione, mentre il film elabora visivamente i dettagli. Ma cosa succede ai personaggi quando vengono presi dai libri e riadattati per il grande schermo?

Noi qui a Il Lato Positivo ti vogliamo mostrare come alcuni registi cinematografici hanno fatto di testa loro nell’interpretare i personaggi.

1. Sherlock Holmes — Sherlock Holmes

Indubbiamente, interpretare uno dei personaggi più mitici della narrativa moderna, come Sherlock Holmes, non è un lavoro facile. Tuttavia, la scelta di Robert Downey Jr. nel ruolo del detective più famoso di tutti i tempi è stata estremamente strana. Fisicamente, è molto diverso dal personaggio letterario, che viene descritto come alto più di 1,80 m e talmente muscoloso da dare l’impressione di essere ancora più alto. “I suoi occhi erano acuti e penetranti, [...] e il suo naso, sottile e aquilino, dando ai suoi lineamenti un’aria di vivacità e risoluzione.”.

2. Gilderoy Allock — Harry Potter e la camera dei segreti

Ovviamente, non ci permettiamo di mettere in dubbio le capacità recitative di Kenneth Branagh, che sicuramente hanno influenzato la decisione di Chris Colombus nell’ingaggiarlo come il controverso Professor Gilderoy Allock nel secondo film di Harry Potter. Ma forse ci saremmo immaginati un attore più giovane, qualcuno più “attraente” e fedele alla descrizione del libro.

3. Jo March — Piccole donne

Nel popolarissimo libro Piccole donne, Jo March ha 15 anni, i suoi capelli sono castano chiaro e ha gli occhi grigi. Ma a quanto pare, nell’adattamento del 2019, quando hanno scelto Saoirse Ronan per questo ruolo, hanno trascurato queste caratteristiche.

4. Pennywise — It

Stephen King ha creato abilmente questo personaggio che si nutre della paura delle sue vittime; ha la carnagione bianca e indossa un abito completamente argentato con bottoni arancioni. Nell’adattamento televisivo, è visto come un clown calvo e dalla faccia bianca con una corona di capelli rossi intorno alla testa e il naso finto rosso, bretelle gialle con bottoni arancioni, guanti e un abito giallo; occasionalmente porta in mano dei palloncini. Nell’adattamento cinematografico, indossa un vecchio costume da clown vittoriano color argento con polsini di pizzo bianco, pompon e ricami di filo rosso che adornano il suo abito.

5. Conte Dracula — Dracula

Sebbene in questo periodo ci fossero già molte immagini iconiche di Dracula, il personaggio più emblematico è quello interpretato da Bela Lugosi, che ancora oggi suscita nostalgia. Ma la verità è che, sebbene sia molto attraente e galante, il personaggio non assomiglia a quello del libro che viene descritto come un “anziano alto e ben rasato, tranne per i lunghi baffi bianchi, con indosso un vestito nero, senza una sola macchia di colore da nessuna parte”.

6. Rochester — Jane Eyre

Nel libro di Charlotte Brontë, Edward Rochester è un uomo poco attraente. In effetti, l’autrice lo descrive intenzionalmente in questo modo per raggiungere lo scopo della sua storia. Ma, nell’adattamento cinematografico del 2011, Michael Fassbender non aveva una faccia severa o sopracciglia folte. In realtà, è tutt’altro che poco attraente.

7. Beatrice “Tris” Prior — Divergent

Shailene Woodley ha recitato negli adattamenti cinematografici della saga scritta da Veronica Roth. Ma, fisicamente, non ha nulla a che fare con il personaggio di Tris. È descritta con i capelli biondi, grandi occhi azzurri e un viso sottile e allungato.

8. Katniss Everdeen — Hunger Games

Sul grande schermo la saga è stata un successone. Tuttavia, la valutazione, in termini di fedeltà all’opera letteraria rispetto all’adattamento, è inferiore. Nel film, l’attrice Jennifer Lawrence non rispecchia appieno la ragazza di 16 anni con un corpo molto minuto a causa della carenza di cibo e dalla bassa statura.

9. Alice — Alice in Wonderland

L’Alice di Carroll è basata su una ragazza vera. Sebbene l’autore non abbia detto molto sul suo aspetto fisico, alcuni dettagli della sua vita possono essere scoperti leggendo i 2 libri. Ad esempio, si presume che fosse una bambina di 7 anni, anche se non c’è alcun modo per verificarlo. Nell’adattamento di Tim Burton, dove è interpretata da Mia Wasikowska, Alice è ritratta come una giovane di 19 anni.

10. Elsa — Frozen

Elsa ha affascinato grandi e piccini grazie ai suoi valori, il suo entusiasmo e calore, anche se, ironia della sorte, è l’adattamento de La regina delle nevi. Nel racconto originale di Hans Christian Andersen, la regina è raffigurata come una vera e propria regina di ghiaccio vestita di bianco e avvolta da brillantini, mentre nell’adattamento la vediamo come un essere umano.

11. Skeeter — The Help

Emma Stone è una star eccezionale che riesce a interpretare in modo impeccabile qualsiasi personaggio. Ha interpretato Skeeter in The Help, un film candidato all’Oscar basato sul romanzo di Kathryn Stockett. Emma ha sorpreso tutti con la sua esibizione, anche se il suo aspetto era tutt’altro che identico a quello del libro dove Skeeter è descritta come una donna alta e magra con il naso storto.

12. James Bond — Casino Royale

Indubbiamente, Daniel Craig ha elevato il personaggio di James Bond al suo lato più umano e sentimentale. La sua personalità e intelligenza delineavano una spia perfetta. Ma la verità è che Craig e il personaggio creato da Ian Fleming non si assomigliano affatto. L’autore aveva sempre descritto Bond come un uomo alto 1,80 m con lunghi capelli che gli cadevano sulla fronte.

Quali altri personaggi, tratti dai libri, pensi avrebbero potuto essere adattati meglio al grande schermo?

Anteprima del credito fotografico Frozen / Walt Disney Pictures and co-producer
Il lato positivo/Film/12 personaggi che sono cambiati drasticamente dal libro al film
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti