Il lato positivo
Il lato positivo

18 regole del galateo di tutto il mondo che ti aiuteranno a eccellere come visitatore straniero

Quando si tratta di sedersi a tavola, ogni paese sfoggia le sue usanze. In alcuni luoghi, questi protocolli sono profondamente radicati e non seguirli può essere considerato scortese.
D’altra parte, sono semplici abitudini che un commensale straniero può trascurare senza rischiare di sembrare fuori luogo.

Non sai mai quando potresti trovarti di fronte alla possibilità di viaggiare in un altro paese con una cultura culinaria diversa. Ecco perché, noi de Il Lato Positivo abbiamo preparato un elenco di usanze di alcune parti del mondo. Vediamo in quale paese ti adatteresti meglio!

  • In Giappone, le bacchette non dovrebbero essere conficcate nel cibo, né i pezzi di cibo dovrebbero essere passati da una bacchetta all’altra. Questi sono riti che si fanno solo ai funerali, ed è di cattivo gusto farli a tavola.
  • Inoltre, in Giappone il rumore che si fa mentre si mangiano i noodles non rappresenta un grosso problema. È consuetudine mangiare i noodles velocemente poiché è il modo migliore per assaporarne l’aroma. Devi sorseggiare vigorosamente la tua zuppa per capirne il sapore. Tuttavia, mangiare qualsiasi altro piatto in modo rumoroso rappresenta una cattiva abitudine.
  • In Giappone, se il padrone di casa offre un qualsiasi regalo, rifiutarlo educatamente fino a 3 volte è considerato educato. Nel momento in cui viene offerto nuovamente, può essere accettato.
  • In Francia, le mani non possono stare da nessuna parte mentre si mangia. Una buona abitudine è quella di avere entrambe le mani appoggiate sul tavolo. Va bene anche appoggiare i palmi.
  • In Thailandia, tutti i piatti sono condivisi, quindi vengono preparati o ordinati per essere mangiati in gruppo. Inoltre, quando è il momento di iniziare a mangiare, è meglio aspettare che inizi la persona di rango più alto seduta al tavolo. Se nessuno sta mangiando, la cosa educata da fare sarebbe aspettare che qualcun altro inizi a mangiare.
  • In alcuni paesi mediorientali, mangiare con le mani è considerato normale. Tuttavia, c’è una cosa molto semplice da considerare prima di iniziare a mangiare: bisogna usare la mano destra poiché la mano sinistra è considerata impura.
  • In Inghilterra, nota popolarmente per avere “l’ora del tè”, ci sono alcune azioni che sono disapprovate durante questa abitudine, ad esempio, fare rumore col cucchiaio mentre si mescola o lasciarlo nella tazza. Quest’ultimo va messo sul piatto.
  • In Tanzania non essere puntuali non è affatto una cosa grave. Se c’è un orario concordato per mangiare, essere un po’ in ritardo è del tutto normale. Ad esempio, potresti avere una riunione alle 19:00, ma non parteciparci prima delle 19:30-21:00.
  • In Norvegia, quando sei a una cena formale e viene fatto un brindisi per una persona in particolare, dovresti alzare il bicchiere, guardare la persona in questione, bere un sorso, guardare di nuovo la persona e posare il bicchiere.
  • In Thailandia per mangiare si usano cucchiaio e forchetta. La forchetta serve per tagliare o per servire, e il cucchiaio per portare il cibo alla bocca. Non troverai un coltello, quindi se devi tagliare qualcosa puoi usare il bordo del cucchiaio.
  • Taiwan, c’è un’usanza molto particolare per mostrare a uno chef che il cibo è stato gradito: ruttare dopo aver mangiato. L’ospite o lo chef lo prenderanno come un complimento.
  • In Spagna, quando sta per iniziare il nuovo anno, è consuetudine mangiare 12 chicchi d’uva.
  • In Portogallo, se il sale o il pepe non sono in tavola, chiederlo per condire il piatto è considerato un’offesa allo chef. I portoghesi pensano che, indirettamente, gli venga detto “hai condito male il cibo”.
  • In Cina, finire un piatto è cattiva abitudine perché è come se il padrone di casa “non ti avesse offerto abbastanza cibo”. Quindi la cosa migliore da fare, per fare bella figura, sarebbe lasciare del cibo nel piatto.
  • A differenza della Cina, in India è meglio finire tutto il piatto. Se lasci del cibo, la gente del posto ritiene che tu lo stia sprecando.
  • In Francia, c’è una ragione storica per la quale, tagliare la lattuga con un coltello è considerata una cattiva abitudine. In passato le posate erano realizzate in argento, un metallo che si ossida e si scurisce a contatto con l’aceto. Anche se oggi sono fatte di un materiale diverso, l’usanza è ancora in vigore, e sarebbe meglio usare le forbici o le mani.
  • In Italia, i locali raramente bevono cappuccini dopo l’ora di colazione e se hanno bisogno di caffeina dopo un pasto sorseggiano un semplice espresso.
  • Sempre in Italia, non puoi ordinare una pasta con un condimento a caso, poiché ogni pasta ha un preciso numero di salse con la quale può essere abbinata. Ad esempio, gli spaghetti non sono abbastanza resistenti per sostenere i sughi grossi, ma stanno meglio con salse che hanno consistenze più cremose.

Quale abitudine particolare ha la tua famiglia che potrebbe essere strana per altre persone?

Anteprima del credito fotografico elenathewise / Depositphotos, heinteh / Depositphotos
Il lato positivo/Luoghi/18 regole del galateo di tutto il mondo che ti aiuteranno a eccellere come visitatore straniero
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti