Il lato positivo
Il lato positivo

10 misteri nascosti in dipinti di fama mondiale

Per capire qualsiasi pezzo d’arte, una persona deve avere una grande conoscenza di storia, religione, mitologia e letteratura. È questa conoscenza che aiuta a decifrare ciò che si nasconde dietro insignificanti dettagli e ti aiuta a conoscere il motivo per cui alcuni artisti hanno continuato a perfezionare le loro tele per tanti anni, mentre altri facevano dipinti uno dopo l’altro.

Gli autori de Il Lato Positivo hanno trascorso molte ore a ricercare sui siti di diversi musei per raccontarti di capolavori che non sono così semplici quanto sembrano a prima vista. C’è un bonus che ti aspetta alla fine dell’articolo: la Monna Lisa, uno dei dipinti più misteriosi del mondo, ha molti “doppi”.

Artista sconosciuto, Il ritratto di Isabella de’ Medici

Un ritratto rinascimentale di un artista sconosciuto è stato scoperto per caso. Inizialmente, i critici d’arte credevano fosse un buon falso di un dipinto medievale, ma a quanto pare il ritratto fu ridipinto nel XIX secolo. Un naso prominente, una fronte alta e un largo mento erano nascosti sotto strati di pittura: il viso dell’aristocratica ragazza medievale era stato trasformato nel viso carino di una giovane per vendere la tela.

È stato scoperto, grazie all’aiuto dei raggi X, come era stata dipinta inizialmente la donna del quadro. I restauratori hanno rimosso la pittura strato dopo strato, riportando il quadro alla sua forma originale.

Francisco de Goya, Ritratto di Don Ramón Satué

Ramón Satué era un amico di Francisco de Goya. Era membro della corte di Madrid e un alto funzionario. Il ritratto era stato un regalo in cambio del fatto che la famiglia di Satué aveva nascosto l’artista durante la repressione.

Attraverso i raggi X, gli scienziati hanno trovato un dipinto al di sotto: l’immagine di un uomo in uniforme. Non era completo, il che rende impossibile stabilire chi fosse il soggetto. Fu suggerito che Goya avesse dipinto il re di Spagna, Giuseppe Bonaparte, fratello di Napoleone Bonaparte. Dopo che il governo perse il potere, il pittore decise di non terminare il dipinto e crearne uno nuovo al di sopra.

Vasili Pukirev, Matrimonio ineguale

Secondo una versione della storia dietro questo dipinto, il pittore aveva rappresentato le vicende della sua vita. La sposa è la donna tanto desiderata da Pukirev, Praskovia Varentsova, mentre la sposa anziana è il capo della nobiltà Tver, Alexey Markovich Poltoratskiy.

Se guardi più da vicino noti una donna anziana dietro lo sposo. Ma perché sta indossando un abito bianco e ha una ghirlanda in testa? Sono i vestiti tipici della sposa. Gli scienziati suggeriscono che si tratti dell’anima della sua prima moglie, apparsa durante il matrimonio.

Pablo Picasso, La Stanza Blu

Nel 2008, dopo un attento esame a raggi X, i critici d’arte hanno trovato un dipinto nascosto sotto quello di Picasso, La Stanza Blu. Era il ritratto di un uomo anziano vestito con un completo e un papillon. Picasso aveva molte idee, ma non aveva sempre i soldi per comprare nuove tele ed ecco perché dipingeva cose nuove sopra quelle vecchie.

Paul Gauguin, Be Be (The Nativity)

Come sono collegate le donne tahitiane con la Natività? Paul Gauguin non è mai stato religioso; inoltre, era agnostico, piuttosto che ateo. Mentre viveva a Tahiti, il pittore si era interessato alle trame bibliche. Ha anche rilasciato un manoscritto chiamato The Modern Spirit and Catholicism.

In quel periodo, la donna cara a Gauguin, Pahura dalla tribù Maori, diede alla luce un figlio. Qui ha catturato il momento della nascita di suo figlio. Poco dopo, il figlio di Pahura e Gauguin morì e quel tragico evento ebbe luogo proprio a Natale.

Hans Holbein, Gli ambasciatori

Holbein ha dipinto due veri ambasciatori: Jean de Dinteville e Georges de Selve. Gli oggetti sullo sfondo indicano una disputa tra il clero e la scienza. Il liuto rotto, il salterio aperto, il globo e il libro di aritmetica lo confermano.

C’è una strana e misteriosa macchia in primo piano: è un teschio distorto che simboleggia la morte. Se guardi da davanti la tela, sembra normale e il teschio non è così visibile: secondo l’autore, la morte non è una cosa tanto importante. Ma se guardi la tela da un angolo diverso, la morte diventa la realtà che distorce le cose ordinarie.

Ilya Repin, Suora

I critici d’arte se lo stanno chiedendo da molto tempo: perché la suora assomiglia alla moglie del fratello di Repin, Sophia Shvetsova? La risposta è stata trovata nei diari dell’artista. Inizialmente, Repin stava realizzando il ritratto di una donna in abito da sera. Ma quando finì il lavoro, Ilya e Sophia litigarono. L’artista si offese così tanto, che decise di ridipingere questo pezzo. Ora Shvetsova sta indossando un abito da suora invece di un bel vestito e il ventaglio è stato sostituito dalla corona del rosario.

Per confermare le loro ipotesi, la tela fu sottoposta a raggi X. A quanto pare, Repin ha rifatto il dipinto senza rimuovere quello vecchio.

Johannes Vermeer, Donna che legge una lettera davanti alla finestra

Questo dipinto è un esempio dell’arte iniziale di Vermeer. La trama potrebbe sembrare troppo ordinaria e banale, solo una giovane ragazza che sta vicino a una finestra, ma esiste un significato nascosto. Le mele nel vaso di frutta simboleggiano la caduta di Adamo ed Eva dalla virtù, mentre la finestra aperta simboleggia il desiderio di libertà.

Comunque, questi non sono gli unici elementi misteriosi del dipinto. Usando i raggi X, è stato scoperto che inizialmente vi era l’immagine di un cupido sul muro, su cui l’artista, per qualche motivo, ha ridipinto.

Mikhail Vrubel, Il demone seduto e Il demone abbattuto

Vrubel ha sostenuto che il suo “demone seduto” non era per nulla un demone ma un’anima. Ecco perché la parola “demon” si traduce dalla lingua greca. È una personalità fiera e libera che si oppone al mondo. Il demone abbattuto è distrutto e debole. È il riflesso della pazzia dell’autore. Lo stato mentale di Vrubel stava gradualmente peggiorando e aveva rifatto questo pezzo diverse volte. Soffriva di insonnia ed era ossessionato dal suo lavoro.

Il dipinto fu comprato da un famoso collezionista d’arte, Vladimir von Meck. Vrubel dopo diede di matto: stava sprecando i soldi che aveva guadagnato, beveva molto alcool e continuava a litigare con la moglie. Alla fine, il pittore fu mandato in un ospedale privato con i sintomi di un disturbo mentale.

Frida Kahlo, L’autobus

Frida Kahlo fece un incidente quando aveva 17 anni. L’autobus su cui viaggiava si scontrò con un tram. La futura pittrice visse un grosso trauma (una tripla frattura alla spina dorsale, frattura del fianco, costole, ecc...) a causa del quale perse la possibilità di avere figli. I ricordi di quell’incidente continuarono a torturare Frida per tutta la vita.

Dipingeva nei suoi momenti di sconforto. Ecco come è nato il dipinto L’autobus. Le persone sono sedute alla fermata dell’autobus e aspettano, non sospettando cosa il futuro riservi loro.

Bonus: Monna Lisa esiste in diverse varianti

Ci sono circa 20 tele che rappresentano La Gioconda. Alcune sono state dipinte dagli allievi di Leonardo da Vinci. Anche se i ricercatori credono che sia stato il pittore stesso ad averli realizzati. Alcuni ricordano del tutto l’originale, altri rappresentano la protagonista in una posa diversa. Sono diversi anche i vestiti e i dettagli. Tutte le copie, senza nessuna eccezione, sono il tentativo di ripetere il famoso sorriso de La Gioconda.

Di quali altri dettagli nascosti nei dipinti sei a conoscenza? Dicceli nei commenti.

Il lato positivo/Arte/10 misteri nascosti in dipinti di fama mondiale
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti