Il lato positivo
Il lato positivo

10 piante dalle quali è meglio stare lontani

Quando si tratta di rendere le nostre case un luogo sicuro per la nostra famiglia e i nostri animali, tendiamo a concentrarci sulle cose ovvie: imbottire gli angoli appuntiti, coprire le prese, installare cancelli sulle scale. Ma di solito non prendiamo in considerazione le minacce silenziose. Le piante rendono le case un luogo più vivace, ma possono rappresentare un rischio per i nostri figli, animali e perfino per noi stessi.

Qui a Il Lato Positivo vogliamo metterti in guardia su queste piante, per la prossima volta in cui vorrai aggiungere un tocco di verde alla tua casa.

1. Peonie

Problema principale: attrae i parassiti.

Queste fioriture primaverili sono dei così delicati capolavori che è difficile non subirne il fascino. Ma, se stai pensando di prenderti un bouquet di peonie fresche per addobbare il tavolo della tua sala da pranzo, meglio che tu prenda quelle di plastica. Questi vivaci fiori rosa non solo attraggono l’attenzione ma attraggono anche degli insetti indesiderati, come le formiche.

2. Edera dalle venature verdi

Problema principale: attrae gli scorpioni.

Essendo rampicanti, le edere crescono lunghe e rigogliose e portano in casa un po’ di natura. Ma ci sono alcuni parassiti che preferiresti lasciare fuori. Agli scorpioni, come alle creature più viscide e striscianti, piace nascondersi in luoghi umidi e oscuri. Se hai un’edera che si arrampica sul lato della casa, specialmente in prossimità delle finestre, assicurati di lasciarle sempre chiuse e di potare la pianta in modo che non sporga.

3. Felce di asparago

Problema principale: è tossica per animali e umani.

La felce di asparago ha un fogliame leggero che la rende una pianta molto suggestiva da crescere dentro casa. Ma pensaci due volte prima di farlo, specialmente se hai animali o bambini che girano per casa: può essere velenosa se ingerita, in quanto contiene un agente tossico, la sapogenina, che è uno steroide che si trova in molte piante.

Ingerire le sue bacche può portare vomito, diarrea e dolori addominali. Inoltre, una ripetuta esposizione a questa pianta può causare dermatite allergica (infiammazione cutanea). Meglio assicurarsi di indossare guanti da giardinaggio per maneggiarla.

4. Filodendro

Problema principale: l’avvelenamento da filodendro è pericoloso per gli esseri umani e animali.

I filodendri possono essere trovati in molte case dal momento che sono facili da gestire e danno una sorta di sensazione di tranquillità all’ambiente. Nonostante non siano fatali se ingeriti, possono causare sintomi fastidiosi come nausea, bruciore e gonfiore della bocca, lingua o gola, vomito e diarrea.

5. Aloe vera

Problema principale: pericoloso per cani e gatti.

Nonostante siamo a conoscenza dei molti benefici medici dell’aloe vera per gli uomini, può essere velenosa per i nostri adorati animali. Queste comuni piante d’appartamento contengono glicosidi antrachinonici, che sono purganti. Ciò significa che, quando ingerita, può causare sintomi quali vomito, diarrea, sonnolenza, depressione, anoressia e tremori.

6. Pianta ZZ

Problema principale: la sua tossicità causa degli spiacevoli effetti collaterali a bambini e animali.

La zamioculcas zamiifolia, meglio nota come la pianta ZZ, è una comune pianta d’appartamento per diversi motivi. Il più importante è che filtra le tossine dell’aria, il che garantisce una migliore qualità d’aria in casa. È adatto anche per coloro che sono nuovi nella cura delle piante, in quanto può resistere sia a troppa che a poca acqua. Sorprendente, vero?

La cattiva notizia è che contiene delle proprie tossine: ossalato di calcio insolubile. Questi cristalli possono irritare i tessuti molli del corpo. Se ingeriti, possono causare indolenzimento della bocca e tratti gastrointestinali.

7. Edera comune

Problema principale: innesca reazioni allergiche.

Le foglie sempreverdi di questa pianta possono creare un ambiente che ricorda la campagna inglese. Però, come l’edera velenosa, anche questa varietà può causare degli effetti indesiderati. È altamente allergenica, per alcune persone e può innescare delle reazioni allergiche cutanee che portano a prurito, eruzioni cutanee e anche delle terribili vesciche.

Anche gli animali non sono al sicuro se si tratta di questa pianta visto che, se la ingeriscono per sbaglio, possono mostrare sintomi di intossicazione (problemi respiratori, paralisi, ecc...). Nei casi più gravi, può portare al coma.

8. Vischio

Problema principale: può essere tossico per animali e umani.

Questa gioiosa pianta è simbolo d’amore e allegria. Ma potresti non concordare se ingerisci per sbaglio le sue bacche. L’intossicazione da vischio può portare a gastroenteriti, un’infezione intestinale che si presenta con diarrea, crampi, nausea, vomito e febbre. Durante le prossime vacanze, assicurati di appenderlo in un posto fuori portata.

9. Ortaggi a tubero

Problema principale: attrae parassiti.

Coltivare ortaggi in casa tua può sembrare un po’ inverosimile ma non per gli intraprendenti. Molti ortaggi possono essere facilmente coltivati in casa se hai un buon pollice verde. In ogni caso, devi fare attenzione ai parassiti che potrebbero portare, come afidi, bruchi, pulci di terra e altri.

Gli ortaggi che più possono attrarre questi parassiti sono le carote, rape e patate.

10. Spatafillo

Problema principale: possono costituire un rischio soprattutto per bambini, gatti e cani.

Questa sembra essere la pianta ideale da far crescere in casa perché non ha bisogno di troppa luce del sole e riesce a conferire ad ogni stanza una sorta di atmosfera fresca attraverso le rigogliose foglie verdi. Ingerire per sbaglio questa pianta può essere pericoloso perché contiene cristalli di ossalato di calcio. Questi possono causare dolore o edema in bocca e nella zona circostante. In casi gravi, può portare a nausea e vomito.

Hai qualcuna di queste piante a casa? Se conosci qualche altra pianta potenzialmente pericolosa, condividila con noi nei commenti.

Anteprima del credito fotografico entgardener/ reddit, bigpaw71/ reddit
Il lato positivo/Casa/10 piante dalle quali è meglio stare lontani
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti