Il lato positivo
Il lato positivo

13 cose fighe in cui i designer hanno messo il cuore e l’anima

A volte basta guardare qualcosa per iniziare subito a sorridere. Il fatto è che oggi i produttori non pensano solo a come rendere i loro prodotti funzionali, utili o deliziosi, ma cercano anche di renderli belli e accattivanti. Ecco perché a volte facciamo degli acquisti impulsivi senza pensare se abbiamo davvero bisogno di quell’articolo o meno. E a volte, come vedrete nella sezione bonus, anche un articolo apparentemente familiare può riservare delle sorprese.

1. “Questo profumo che mi ha regalato mia madre è così carino”.

2. “Ho trovato una tazza che condivide il mio umore”.

3. Lampada da tavolo a forma di libro

  • E io che pensavo che questo fosse un libro a forma di lampada da tavolo. Quando in realtà è una lampada da tavolo a forma di libro. © MeltingMango420 / Reddit

4. Sottobicchieri puzzle in legno

5. “Contenitore per cibo per gatti con orecchie da chiudere”

6. Un mattarello da mago, per chi ha sempre sognato di studiare a Hogwarts.

7. È possibile che questo oggetto vicino al lavandino renda più divertente lavare i piatti.

8. “Ho trovato questo qui in un mercatino!”.

9. “Il pulsante di accensione del telecomando dell’aria condizionata si illumina al buio”.

10. “Questo libro sul cioccolato sembra che sia stato morso”.

11. Questo fermaporta è così carino.

12. “Ho trovato questa tazza in un negozio dell’usato un anno fa o due e da allora è la mia preferita”.

13. Scommettiamo che anche la vostra teiera ha bisogno di questa lumaca.

Bonus: sembra un oggetto comune, ma non è un rasoio come gli altri. Viene utilizzato negli ospedali per preparare i pazienti alle operazioni.

kinky.psy / Pikabu
  • Ragazzi, questa è una cosa bellissima. L’ho comprato per me, per mia moglie e per i figli che ancora non abbiamo.

Tuttavia, non tutte le soluzioni di design audaci e straordinarie piacciono agli utenti. A volte è ovvio che vogliano grattarsi la testa e chiedersi: “A cosa stavate pensando quando avete creato queste cose?”.

Condividi quest'articolo