Il lato positivo
Il lato positivo

15 corse in taxi che potrebbero facilmente diventare delle vere e proprie leggende metropolitane

Oggigiorno andare in taxi non è un lusso, ma piuttosto un mezzo di trasporto molto conveniente. Ora si può persino prenotare una corsa grazie a un’app speciale. Migliaia di persone ogni giorno salgono in taxi per andare da un punto “A” a un punto “B”, affidando il proprio destino ai tassisti. A volte una corsa in taxi, anche breve, può trasformarsi in una vera avventura, facendo sentire conducenti e passeggeri come dei personaggi di un libro o film.

I personaggi della nostra compilation non hanno resistito e hanno voluto condividere le loro esperienze con il mondo intero. Noi de Il Lato Positivo abbiamo voluto riportarti queste storie incredibili.

  • Il mio taxi si è fermato nel parcheggio di fronte al mio appartamento e quando sono sces* dall’auto ha spento il motore ,è sceso e mi ha seguit* su per le scale. Ho cercato di infilare la chiave, ma per la fretta, non ci sono riuscit*. Mano mano che si avvicinava, vedevo quel suo sorriso beffardo. Poi mi ha sorpassat* ed è entrato nell’appartamento accanto al mio. Mi sono sentit* un* ver* stupid*. © 5hrs4hrs3hrs2hrs1mor / Reddit
  • Arrivo all’indirizzo indicato. Un ragazzo di circa 25-30 anni sale in macchina. Improvvisamente mi afferra per il colletto. Ero pront* a litigare, ma lui si lamenta pietosamente: “Lei...ha preso...il mio gatto”. Per tutto il tragitto ho dovuto sentire di come sua moglie se n’era andata e aveva preso il suo possesso più prezioso: il suo gatto. © Overheard / VK
  • Era una mattina piovosa e dovevo andare urgentemente al lavoro. Così ho chiamato un taxi. È arrivato un simpatico autista, ha subito iniziato a chiedermi se mi sentivo a mio agio, se la musica mi disturbava, ecc. Poi, a metà strada siamo rimasti bloccati in un ingorgo perché a causa della pioggia, la visibilità era davvero pessima. Ero in ritardo e nervos*, ho ricevuto una chiamata dal lavoro e hanno iniziato a rimproverarmi. Il tassista mi ha chiesto di dargli il telefono in modo che potesse parlargli lui. Ero sbigottit*, ma l’ho lasciato fare. Ha iniziato a dire al mio capo che eravamo bloccati in un ingorgo, che ci muovevamo molto lentamente, e che non era colpa mia. Ero così scioccat* che non l’ho nemmeno ringraziato. Per tutto il tempo riuscivo solo a pensare nella mia testa a quanto fosse meraviglioso che esistessero persone come queste. Quando sono arrivat* al lavoro, il mio capo non mi ha detto niente! Vorrei che tutti i tassisti fossero bravi come lui. © Chamber #6 / VK
  • Stavo effettuando una corsa, si stava facendo buio e, all’improvviso, il passeggero si è preoccupato e ha detto: “Vai più veloce — ci stanno inseguendo!”. In effetti, ci stava seguendo un’auto identica alla mia e aveva i fari spenti. Ho accelerato e sono riuscit* a seminarla. Siamo arrivati alla fine della corsa e ho visto che l’auto era ancora dietro di me. Un uomo è sceso dalla macchina e ha urlato: “Aspetta, per favore! Ho faticato così tanto per starti dietro! Per favore, dimmi come accendere i fari. I miei amici mi hanno lasciato questa macchina e non so come accenderli!” Devo davvero ammettere che non è facile capire come accendere i fari su questo modello e che dopo ci siamo tutti fatti una bella risata. © Evgeniya Petrovich / Facebook
  • Quando ero ancora una studentessa, dopo una festa, mi sono ritrovata a chiamare un taxi con il mio ragazzo per tornare a casa. Quando abbiamo aperto la portiera abbiamo visto che l’autista era il nostro professore. Non ci ha fatto pagare la corsa e all’esame ci ha dato un “8”. È stata la corsa più bella della mia vita. © Mavka / AdMe
  • Dovevo prendere un treno molto presto, (04:00) quindi ho preso un taxi. Avendo già avuto esperienza con i conducenti assonnati, sono stat* molto attent* e non è stato vano. L’autista si è appisolato mentre andava a ben 80 km/h e ho dovuto svegliarlo. © Mick.7 / Pikabu
  • In Senegal, ho visto un mio amico caricare una capra nel bagagliaio di un taxi. L’autista non ha fatto una piega. © sonsue / Reddit
  • Volevamo andare a una festa... ma eravamo in troppi. Quindi abbiamo deciso di dividerci tra due taxi. 4 di noi sono saliti sul primo taxi e l’unica persona che sapeva dove fosse la festa era insieme a loro. Noi rimanenti siamo saliti sul secondo taxi e abbiamo detto al tassista: “Segui quel taxi”. Il tassista ha sorriso e lo ha fatto. Siamo arrivati tutti insieme alla festa. © TheDevilsAdvokaat / Reddit
  • Una mattina d’estate ho prenotato un taxi per andare in aeroporto. Mentre stavamo per strada, alla radio hanno trasmesso una canzone molto popolare. L’autista ha iniziato a canticchiare e io gli sono andat* appresso. Poi l’autista mi ha chiesto: “Vuoi che alzo il volume?” Ho risposto: “Sì, per favore. Al massimo!”. In pratica, eravamo in autostrada con i finestrini aperti a cantare a squarciagola. Un bel duetto! © krasnayagoda / Pikabu
  • Una volta ho buttato via una borsa con dentro la chiave del mio appartamento dove ero in affitto. Il bidone della spazzatura si trovava a un’ora da casa mia. Quindi, ho dovuto chiamare un taxi e spiegare all’autista dove portarmi e dirgli di non stupirsi se mi avesse vista mentre rovistavo nei bidoni della spazzatura. Fortunatamente, l’autista aveva un buon senso dell’umorismo e in seguito mi ha chiesto di uscire. © Overheard / VK
  • Nel 2015 ho ordinato un taxi via telefono, invece di utilizzare un’app. Quindi ricevo un SMS “L’auto è qui. Una Mercedes di colore grigio.”. Ero a corto di soldi e avevo scelto un modello super economico, quindi ero sorpres* quando ho letto “Mercedes”. Ho pensato che magari fosse un vecchio modello, ma quando sono uscit* ho visto una classe S con interni in pelle e radica. L’autista indossava un bell’abito nero. Pensavo che l’azienda avesse fatto confusione e ho chiesto: “Alla 116esima strada?”.
    L’autista: “Sì”.
    Io: “Siamo sicuri che questa sia un’ utilitaria?”.
    L’autista: “Diciamo solo che sono a corto di soldi’. Sali!” © TwistZver / Pikabu © Overheard / VK
  • Una volta ero dirett* a un colloquio di lavoro e ho dato all’autista l’indirizzo. Dopo qualche secondo di silenzio, mi ha chiesto se X (che era il mio capo) lavorasse ancora lì. Ho detto di sì. L’ha criticato aspramente, mi ha detto di fare molta attenzione, poi mi ha lasciat* davanti all’edificio e mi ha detto come raggiungere l’ingresso. Continuavo a chiedermi se avesse ragione. Alla fine, ho ottenuto il lavoro e, inutile dirlo, l’autista aveva ragione. Ho pensato a lui quando ho dato le dimissioni un mese dopo. © Kousawara2 / Reddit
  • Sono andat* in una città che non avevo mai visitato prima. Ho prenotato un taxi dalla stazione ferroviaria al centro città. Per tutto il tempo l’autista non ha fatto altro che guardarmi.
    Alla fine mi ha chiesto: “Ti chiami Jane?”.
    Ero un po’ confusa e ho risposto: “Sì”.
    L’autista: “È il tuo cognome è...”.
    A questo punto ero abbastanza preoccupata, “Come fai a conoscermi?”.
    L’autista: “Eri una compagna di classe di mia sorella. Poi noi ci siamo traferiti.”.
    Ero scioccata. Come può qualcuno vedere una donna di 30 anni e capire che era la stessa ragazzina che frequentava la prima media che avrà visto al massimo un paio di volte in vita sua?
    Ha iniziato a ridere: “È impossibile non riconoscerti. La tua risata è unica.” © Olen / AdMe
  • Eravamo 7 persone e dovevamo andare in campeggio, così abbiamo richiesto una macchina grande (per contenere i bagagli e tutto quanto). Ci hanno mandato una semplice berlina, ci siamo ammassati e siamo partiti. L’autista era molto goliardico e ha iniziato a raccontarci alcune storie. Sfortunatamente, l’auto non è riuscita ad arrivare fino alla fine del viaggio. 20 minuti prima di raggiungere la destinazione si è rotta e ha iniziato a fare fumo. L’autista era furibondo, ha chiamato l’azienda e ha dato le dimissioni. © TheGrumpyOldBear / Reddit
  • Ho lavorato come tassista tra il 1999 e il 2000. Avevo una cliente fissa che voleva che la portassi dall’ultimo blocco di una casa di 9 piani al primo blocco di una casa di 5 piani che si trovavano una accanto all’altra. La tariffa era fissa (fissata dal comune) e pagava sempre il prezzo intero. Le chiedevo sempre: “Vuoi fare il giro più corto o quello panoramico?”. Lei rispondeva: “Come desideri”. Ancora non capisco perché prendesse un taxi. © Evgeniya Petrovich / Facebook

Hai mai avuto delle esperienze insolite in taxi?

Anteprima del credito fotografico 5hrs4hrs3hrs2hrs1mor / Reddit
Il lato positivo/Curiosità/15 corse in taxi che potrebbero facilmente diventare delle vere e proprie leggende metropolitane
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti