Il lato positivo
Il lato positivo

20 cose che non dovremmo più tenere in casa

Il disordine in casa può davvero farci sentire stressati e disperati. Troppi gingilli sulle mensole, cartoline, molte tazze, vestiti vecchi e perfino barattoli di cosmetici possono riempirci la mente di stimoli. Ciò forza la nostra vista, il tatto o altri sensi ad essere costantemente in moto, non lasciandoci mai riposare.

Il Lato Positivo vuole assicurarsi che le case dei nostri lettori siano il più accoglienti possibile. Ecco perché abbiamo creato questa lista che puoi utilizzare per fare ordine in casa. Speriamo che possa aiutarti a trasformarla in una vera fortezza di comodità!

1. Cavi vecchi

Visto che la tecnologia progredisce, tendiamo ad avere più dispositivi e quindi più cavi. Il problema è che, col passare del tempo, non ci liberiamo dei cavi perché crediamo possano tornarci utili in un altro momento, ma questo momento non arriverà mai e quindi non facciamo che far accumulare cavi nei cassetti. Meglio organizzarli, lasciando solo quelli necessari e riciclando il resto.

2. La crema solare dell’anno precedente

Le creme solari sono indispensabili durante l’estate ma talvolta ce ne dimentichiamo totalmente durante le altre stagioni. È importante assicurarsi che la crema solare non sia scaduta, altrimenti non sarà più efficace. Solitamente le creme solari possono durare fino a 3 anni. Se non riesci a trovare la data di scadenza sul flacone, puoi almeno scriverci sopra tu stesso la data d’acquisto.

3. Giornali vecchi, coupon scaduti e manuali d’istruzione

Tutti questi inutili prodotti di carta ci mettono in disordine la casa, impolverandola e occupando spazio. A meno che non sia una ricevuta importante che potrebbe servirti per un rimborso tasse, o una rivista speciale, è meglio riciclare il resto. Inoltre, controlla se i vecchi manuali d’istruzione possano esserti ancora utili: oggi la maggior parte di essi si trova online e hanno anche dei video-tutorial.

4. Calzini spaiati

Altri oggetti non necessari che continuano ad accumularsi nelle nostre case sono i calzini che non hanno il loro compagno. Potremmo addirittura avere uno spazio speciale solo per loro, con la speranza che un giorno troveremo l’altro e potremo di nuovo indossarli. Puoi usare la creatività e trasformarli in interessanti decorazioni o in giocattoli per bambini e animali.

5. Cancelleria e materiale d’ufficio

Penne, evidenziatori, righelli, post-it, scotch, calcolatrici: potremmo riceverli come regalo o come extra per i nostri acquisti, poi torniamo a casa e li riponiamo nei cassetti sperando prima o poi di poterli usare. Se hai cose del genere e ti rendi conto che non le hai toccate in più di un anno, è meglio donare il materiale d’ufficio ancora imballato ad un’organizzazione benefica.

6. Reggiseni vecchi e altra biancheria

Non dovresti conservare i tuoi reggiseni o la tua biancheria se sono diventati troppo piccoli per te o se hanno perso forma ed elasticità. Stessa cosa per modelli scomodi, anche se molto belli. Non ti danno il giusto supporto, il che è essenziale per ridurre le pieghe profonde intorno al petto e prevenire un prematuro seno cadente o problemi di salute.

Se ti rendi conto che la tua lingerie è ancora buona ma è semplicemente scomoda per te, invece di buttarla puoi donarla alle donne sopravvissute al cancro al seno o a quelle di comunità meno abbienti.

7. Spezie scadute da molto tempo

Anche le spezie hanno una data di scadenza, che è circa di 2-3 anni. Quindi devi per forza pulire il cassetto delle spezie! Puoi cogliere l’occasione per organizzarle in vari barattolini, scrivendoci nome e data di acquisto su ognuno di esse. Puoi usare quelle vecchie facendo un sapone fatto in casa o farne dei sacchetti che rilasceranno un buon odore.

8. Troppe tazze

Le tazze sono un regalo molto popolare, quindi col tempo potremmo renderci conto di averne un sacco. Così tante che non le utilizziamo nemmeno tutte. Questa specie di “collezione” può occupare molto spazio... uno spazio che potrebbe essere utilizzato per qualcosa di più utile, quindi è meglio regalare queste tazze ai bambini o semplicemente donarle.

9. Agende, diari o quaderni intonsi

Organizzarsi il tempo è essenziale nel mondo di oggi e varie agende possono aiutarci in questo. Eppure, talvolta non riusciamo a resistere dal comprare un altro quaderno bello esteticamente e non scriverci mai niente sopra. Invece di lasciarlo lì nel cassetto della tua scrivania, puoi regalarlo a qualcuno che sai che ama scrivere o scarabocchiare.

10. Candele e troppi souvenir

Dei dettagli ben piazzati possono aggiungere un tocco speciale alla tua stanza, rendendola super accogliente e raffinata, ma troppa varietà o troppi gingilli non faranno altro che renderla disordinata. Se alcune cose hanno un valore sentimentale, puoi organizzarle in una mensola particolare o in una credenza, tenendole in un posto solo.

11. Condimenti dimenticati in frigo

Un barattolo di senape troppo piccante o uno di ketchup che non ti piace possono essere talvolta lasciati nella mensola del frigo, aspettando un momento migliore. Dopo un po’ vengono dimenticati o passano inosservati, anche se continuano a occupare spazio. Puoi dare via queste salse ad amici o parenti che le gradiscono prima che scadano.

12. Scarpe consumate o scomode

Scarpe scomode o sformate possono far male ai tuoi piedi, invece di farli stare comodi. Non provvederanno al supporto necessario e possono portare il piede a muoversi troppo, causando irritazione, vesciche, o facendoli sanguinare. Delle scarpe scomode che sono ancora in buono stato possono essere vendute, mentre quelle davvero vecchie possono essere riciclate.

13. Piatti scheggiati

Non importa quanto bello o prezioso sia un piatto, è meglio non mangiarci se è scheggiato o ha delle crepe. Lavandolo, l’acqua può finire nelle crepe e portare alla crescita di batteri. Inoltre, la crepa con il tempo non farà altro che ingrandirsi. Invece, usando i pezzi, puoi creare delle decorazioni.

14. Prodotti da bagno che ti sei portato dalle vacanze

Potremmo voler portare a casa gli omaggi dei diversi hotel in cui sostiamo durante le nostre vacanze. Non è una cattiva idea se hai intenzione di usarli successivamente. Se li lasci solo accumulare piazzandoli in varie parti del bagno, è meglio ricordare che anche questi hanno una data di scadenza e devono essere utilizzati.

15. Sacchetti di plastica

Solitamente li portiamo a casa dal supermercato, ammucchiandoli con il tempo. Dovresti raccoglierli e riciclarli, facendo anche più spazio in casa. Inoltre, per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente, puoi passare ai sacchetti riutilizzabili. Quelli di tessuto, ad esempio.

16. Spugna

Usare una spugna può essere rischioso, soprattutto se è una vecchia. Le cellule morte della pelle possono accumulare lì umidità, il che lo rende un posto perfetto per far crescere i batteri. Se vuoi esfoliare la pelle puoi usare, come alternativa, diversi scrub per il corpo e spugne di silicone.

17. Vecchi giochi da tavolo a cui non giochi

I giochi da tavolo sono divertenti per trascorrere il tempo con la tua famiglia o i tuoi amici. Ma una volta che ti rendi conto che non li utilizzi più, non c’è più bisogno di continuare a tenerli. Puoi fare un’eccezione per quelli che hanno un significato speciale per te, ma il resto può essere donato ai bambini.

18. Vecchi biglietti di auguri

Compleanni, Natale, Pasqua, Giorno del Ringraziamento o qualsiasi altra occasione speciale può farti ricevere biglietti dagli altri. Alcuni possono essere molto carini, ma in realtà non li guardiamo poi molto spesso. Puoi facilmente riciclarli invece di tenerli.

19. Cassette e DVD

Vecchi DVD o videocassette possono contenere molti ricordi della nostra infanzia o gioventù. Con l’avanzamento della tecnologia, i dispositivi per riprodurre questi contenuti sono diventati sempre meno popolari. Per conservare i tuoi ricordi puoi digitalizzare i tuoi vecchi video e metterli su una chiavetta USB. In questo modo potrai sempre accedervi e sarà più facile conservare queste informazioni.

20. Vestiti eleganti che hai indossato solo una volta

Se c’è stata un’occasione particolare che richiedeva un completo elegante, è probabile che non lo indosserai più. Lo lascerai appeso nell’armadio, ad occupare spazio e accumulare polvere. Sarebbe meglio se lo vendessi per ricavarci dei soldi, oppure donarlo a chi ne ha più bisogno.

Quanto spesso ti liberi delle cose vecchie che hai a casa?

Il lato positivo/Curiosità/20 cose che non dovremmo più tenere in casa
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti