Il lato positivo
Il lato positivo

La storia misteriosa della moglie di Tutankhamon che ha perplesso molti archeologi

Molte persone hanno sentito parlare di Tutankhamon. Da quando è stata scoperta la sua tomba, ci sono state molte voci riguardo la sua personalità. Gli scienziati hanno fatto molti studi e le persone ordinarie hanno parlato delle sfortune capitate a coloro che hanno aperto la tomba. Questo fermento ha distolto l’attenzione da un’altra figura storica importante, ossia la moglie di Tutankhamon, Ankhesenamon. Sappiamo di lei grazie al film La mummia che però, a quanto pare, è più di fantasia che realistico.

Noi de Il Lato Positivo abbiamo deciso di imparare di più sulla donna che per secoli si è pensato fosse la la regina perduta d’Egitto.

  • Nel 1922, il mondo fu scosso dalla notizia della scoperta della tomba intatta di Tutankhamon. Il fortunato a trovare questi artefatti unici fu l’archeologo Howard Carter.
  • Durante un’approfondita ispezione dei contenuti della tomba, Carter trovò riferimenti alla giovane moglie di Tutankhamon, la regina Ankhesenamon. Il nome soprese Howard, perché non l’aveva mai sentito prima. Carter riuscì poi a scoprire alcuni dettagli sulla vita della giovane regina.
  • Ankhesenamon fu la terza figlia di Nefertiti e Akhenaton, e venne chiamata Ankhesenpaaton alla nascita. Passò l’infanzia nella città che costruì suo padre, Akhenaton, e anche lì c’erano sue menzioni.
  • Dopo la morte di Anhenaton, il giovane Tutankhamon divenne re e sposò Ankhesenpaaton. Circa 3 anni dopo, il giovane faraone fece una riforma religiosa che ristabiliva il culto di Amon, quindi la regina cambiò nome in Ankhesenamon. La giovane coppia regnò sull’Egitto per circa 10 anni.
  • La loro unione non era solo politica, Tutankhamon e sua moglie si amavano. Molte scoperte nella tomba indicano che avessero una buona relazione. Per esempio, uno dei dipinti murali mostra la regina che dà al re dei bellissimi fiori di loto.
  • La coppia non aveva figli. Le due gravidanze di Ankhesenamon non finirono bene: furono due bambine nate premature che non sopravvissero. I resti, seppelliti con cura e amore, furono trovati nella tomba di Tutankhamon vicino alla base del suo sarcofago.
  • Il giovane faraone stesso soffrì di scoliosi e in molti dipinti murali venne ritratto con un bastone. Non si sa esattamente cosa portò alla morte del re. Gli scienziati pensano che possa essere stata la malaria o il trauma causato da una caduta da un carro. Tutankhamon morì e Ankhesenamon fu l’ultimo membro della famiglia reale.
  • Tutankhamon morì a 19 anni e la sua giovane moglie rimase vedova. Non ebbe il tempo di dare alla luce un erede, quindi osò risposarsi per mantenere la sua posizione e proteggersi dai piani di altre persone assetate di potere.
  • La migliore opzione tra i possibili mariti sembrò il primo consigliere e mentore di Tutankhamon, Ay, ma Ankhesenamon non voleva sposarsi con un vecchio burocratico. Secondo una delle versioni, scrisse al re degli ittiti chiedendogli di mandare uno dei suoi figli per farlo diventare suo marito. Disse che non avrebbe sposato nessuno dei propri servitori.
  • Il re degli ittiti fu felice e mandò uno dei suoi figli a sposare Ankhesenamon. Gli storici non sono riusciti a capire cosa successe al principe, ma si sa che morì mentre andava dalla sua sposa. È possibile che divenne vittima dei cospiratori che non volevano gli ittiti neanche vicino al trono d’Egitto.
  • Ankhesenamon non ebbe altra scelta che sposare Ay. Gli archeologi hanno trovato gli anelli con i loro nomi sopra che lo provano. L’ex-consigliere ottenne ciò che voleva, il trono, e divenne il faraone. Dopo ciò, la storia di Ankhesenamon finì misteriosamente. Tutte le altre scoperte mostrano che Ay sposò una donna di nome Tey. Nella sua tomba, lei fu l’unica ad essere menzionata come sua moglie.
  • Non lontano dalla tomba di Tutankhamon c’era un’altra tomba. Oggetti femminili, gioielli e altri artefatti dimostrano che la tomba fu preparata per Ankhesenamon, ma i suoi resti non vi furono ritrovati.
  • All’inizio del XIX secolo, gli archeologi trovarono una tomba con due mummie di donne. Per più di cento anni i resti non vennero identificati, finché gli scienziati non fecero un test del DNA nel 2010. In base ai risultati, si pensa che una delle mummie possa essere la madre biologica delle bambine trovate nella tomba di Tutankhamon. Quindi, è possibile che questi siano i resti di Ankhesenamon.
  • Il look della regina è stato usato varie volte nei film. La sua immagine cinematografica più famosa è stata quella ne La mummia (1999), ma i creatori del film hanno cambiato la sua storia e l’hanno resa un personaggio negativo che non ha niente a che fare con la persona reale.
  • Ankhesenamon visse una vita breve e piena di eventi tragici, ma nonostante tutte le sue sfortune fu una moglie amorevole fino alla fine della sua vita e mantenne la dignità e l’orgoglio che ereditò dai suoi incredibili genitori.

Avevi mai sentito parlare di Ankhesenamon prima? Pensi che la sua biografia meriti di essere messa sullo stesso piano di quelle di Cleopatra e Nefertiti?

Anteprima del credito fotografico Tut / Muse Entertainment Enterprises
Il lato positivo/Curiosità/La storia misteriosa della moglie di Tutankhamon che ha perplesso molti archeologi
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti