Il lato positivo
Il lato positivo

12 scelte di casting in cui registi e fan non sono stati d’accordo

Un buon casting è una garanzia per il successo di un film. Ma quando si selezionano i candidati, i responsabili del casting spesso commettono degli errori. È piuttosto difficile evitare recensioni, critiche e commenti taglienti quando i ruoli vengono attribuiti ad attori che i fan ritengono inadatti.

Noi de Il Lato Positivo abbiamo studiato le opinioni dei critici professionisti e degli spettatori esperti e abbiamo selezionato i film in cui i registi hanno decisamente fatto cilecca sul casting degli attori.

Black Widow — Scarlett Johansson

Quando è stato annunciato il casting di Iron Man 2, è scoppiata una tempesta di risentimento tra i fan. A molti di loro non piaceva che la Johansson interpretasse una super spia russa. Le persone sui forum tematici hanno persino proposto opzioni più adatte come Hilary Swank, Emily Blunt e persino Uma Thurman. Dopo l’uscita del film, gli spettatori hanno detto che la presenza dell’attrice sullo schermo li ha fatti sbadigliare.

Jay Gatsby — Leonardo DiCaprio

Alcuni critici credono che, nonostante DiCaprio sia un attore versatile e di talento, non sia riuscito ad entrare nel personaggio di Gatsby. Jay Gatsby doveva essere un uomo affascinante con un pizzico di gusto per il pericolo. E DiCaprio non è così bello come lo era in gioventù. Un’altra critica che gli è stata fatta è che ha rappresentato Gatsby come una caricatura, il che ha fatto sembrare il suo personaggio una sorta di pagliaccio.

Ginny Weasley — Bonnie Wright

Tutti quelli che hanno letto i libri di Harry Potter ricordano che la Ginny adulta era bella e audace. Ma Bonnie Wright non spiccava tra la folla. Era difficile vederla come la feroce cacciatrice di maledizioni, energica ragazza sportiva, per la quale molti studenti avevano una cotta. “Come fan di Ginny, rabbrividisco quando guardo i film e vedo cosa hanno fatto a uno dei miei personaggi preferiti”, ha detto un utente di Quora che ha condiviso la sua opinione.

Baliano di Ibelin — Orlando Bloom

I fan hanno adorato Orlando Bloom nei ruoli di Legolas e Will Turner. Ma ammettono con rammarico che il ruolo principale in Le crociate- Kingdom of Heaven si è rivelato un compito irraggiungibile per lui: “Non credo che Bloom possa essere adatto. Da quello che ho visto di lui, non ha la gravitas o il carisma necessari per una parte del genere”.

Belle — Emma Watson

La versione cinematografica della favola Disney della bella e la bestia ha ricevuto recensioni diverse. Ad alcuni non solo non è piaciuto lo scenario leggermente modernizzato, ma anche la recitazione della Watson: “Penso che i creatori di questo film abbiano inserito inutilmente narrazioni femministe, al punto che si vede sullo schermo la femminista Emma Watson e non Belle. In nessun momento del film Emma si è calata nel personaggio, è rimasta se stessa”. Inoltre alcune recensioni hanno detto che la Watson era “di legno” e non è riuscita a mostrare empatia, dolore e pazienza, che sono in realtà le caratteristiche principali di Belle.

Éowyn — Miranda Otto

Nel romanzo Il Signore degli Anelli, J.R.R. Tolkien descrive la nobildonna di Rohan nel modo seguente: “Grave e pensieroso era il suo sguardo, mentre guardava il re con fredda pietà negli occhi. Il suo viso era molto bello, e i suoi lunghi capelli erano come un fiume d’oro. Era snella e alta nella sua veste bianca, cinta d’argento, ma sembrava forte e severa come l’acciaio, la figlia di un re”.

Secondo l’opinione di un utente di Quora, invece di un personaggio riflessivo, ci è stata mostratauna Barbie della Terra di Mezzo emotiva, sorridente e ridente”. L’attrice ha interpretato un personaggio troppo morbido e femminile, cosa che Éowyn non è mai stata.

Achille — Brad Pitt

Troy non è sicuramente la versione sullo schermo più riuscita del poema di Omero. I registi hanno finito per creare un film divertente che manca di scene drammatiche forti. Anche la recitazione di Brad Pitt ha ricevuto qualche attenzione dalla critica. Doveva calarsi nel ruolo del più grande guerriero della Grecia, ma non ci è riuscito: “Pitt è un buon attore e un bell’uomo, e si è allenato per 6 mesi per essere in forma per il ruolo, ma Achille non è un personaggio che interpreta adeguatamente”. Il mitico guerriero di Brad Pitt si è rivelato troppo modernizzato.

Olimpiade — Angelina Jolie

Per questo ruolo, la Jolie fu nominata ai Golden Raspberry Awards nella categoria di peggiore attrice. Ai critici non è piaciuto l’accento strano e caricaturale di Angelina, che somigliava molto ad un accento russo. Inoltre, i suoi fan (nonostante tutto il loro amore per l’attrice) hanno ammesso
che ha interpretato Olimpiade in modo terribile.

Jane Foster — Natalie Portman

Dopo l’uscita della seconda parte del film Thor, Natalie Portman non è più riapparsa nel Marvel Cinematic Universe. I fan della talentuosa attrice sono rimasti delusi dalla sua recitazione superficiale e noiosa. Alcuni spettatori hanno avuto l’impressione che la Portman non abbia fatto alcuno sforzo per vivacizzare il personaggio, dicendo: “la sua performance sembra molto priva di emozioni e ogni volta che cerca di mostrare emozioni, queste sono espresse in modo molto goffo e lei sembra poco coinvolta”.

Robin Hood — Kevin Costner

Agli spettatori non è piaciuta la nuova versione di Robin Hood. Secondo loro, Costner ha trasformato questa giovane testa calda che si mette nei guai, in un vecchio stanco della guerra che trova la redenzione nell’aiutare la gente comune. In una delle recensioni, è stato addirittura paragonato ad un albero: “Costner ha reso in qualche modo Robin Hood senza passione, vanesio e spento come uno degli alberi della foresta di Sherwood”. Anche i critici non sono stati entusiasti della sua recitazione e l’hanno definita da “cartone animato”.

Storm — Halle Berry

Secondo le opinioni dei fan del fumetto originale, Halle Berry non è riuscita a interpretare un personaggio forte e regale. L’attrice non è riuscita a trasmettere il personaggio della principessa mutante africana. La Berry sembrava troppo mite e quasi cauta, invece avrebbe dovuto dare l’impressione di una donna sicura e potente.

Jonathan Harker — Keanu Reeves

Era il 1992 quando uscì un’altra versione per lo schermo del Dracula di Bram Stoker. I critici definirono la recitazione di Reeves uno dei principali difetti del film: “Una cosa è lanciare Keanu Reeves come uno stimato avvocato britannico, ma un’altra è chiedergli di recitare accanto a Gary Oldman e Anthony Hopkins”. Si è notato che Keanu Reeves era “fuori dalla sua portata”. Gli spettatori non sono stati entusiasti dei tentativi di Keanu di interpretare un britannico: “È l’accento, più che altro, a deludere la sua performance. È spiacevole da ascoltare, e io non sono nemmeno inglese” .

Quali attori pensi che reciterebbero meglio questi ruoli?

Il lato positivo/Film/12 scelte di casting in cui registi e fan non sono stati d’accordo
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti