Il lato positivo
Il lato positivo

13 volte in cui i registi hanno commesso un grave errore e noi ci abbiamo creduto lo stesso

Decine di diversi specialisti sviluppano lo stile di un personaggio cinematografico e si assicurano che i costumi corrispondano a una certa epoca storica. Tuttavia, non sempre possono evitare alcuni errori. Anche i professionisti li commettono. Ma a volte i creatori chiudono un occhio di fronte a piccole devianze per il bene dell’espressione artistica.

Noi de Il Lato Positivo abbiamo guardato alcuni film famosi per trovare difetti di questo tipo e vogliamo condividerli con te. Alla fine, ti parleremo di cosa c’è di sbagliato nei film storici con Keira Knightley.

Titanic

Questo film è ambientato nell’era edoardiana. In una scena, vediamo la madre di Rose che allaccia diligentemente il corsetto di sua figlia. Tuttavia, l’oggetto mostrato nel film non corrisponde all’epoca. Il modello indossato dalla protagonista copre completamente il petto e ha un busto ricurvo. All’inizio del secolo scorso, un seno naturale lussureggiante era considerato bello e, per enfatizzare la forma, le donne della moda indossavano lunghi corsetti con un busto basso e dritto.

Piccole donne

È quasi impossibile immaginare una ragazza dell’epoca vittoriana senza cuffietta. Tuttavia, nell’ultimo adattamento cinematografico del romanzo Piccole donne di Louisa May Alcott, i costumisti hanno deciso di sbarazzarsi di questo accessorio, sostituendolo con cappelli di paglia o privando completamente le eroine di qualsiasi copricapo.

Elizabeth: The Golden Age

Nel film Elizabeth: The Golden Age, Clive Owen, che interpreta Sir Walter Raleigh, non si toglie mai gli stivali di pelle e con questi va persino a visitare la regina. Tuttavia, il vero Walter Raleigh difficilmente avrebbe pensato di indossare stivali destinati alla caccia e all’equitazione in presenza della regina. Il guardaroba dei nobili medievali era molto più vario di quello che di solito vediamo nei film. E per la maggior parte del tempo la nobiltà di corte indossava eleganti scarpe di cuoio e calze.

Moulin Rouge!

Nicole Kidman nel film musicale Moulin Rouge! è magnifica senza alcun dubbio. Ma, sfortunatamente, quasi nessuno dei suoi costumi corrisponde alla realtà. Il costume dei famosi ballerini dei cabaret parigini consisteva in realtà di soffici gonne can-can e voluminosi pantaloni bianchi. E le loro gambe erano coperte da calze nere spesse, non da calze a rete.

L’altra donna del re

In quasi tutti i film in cui l’azione si svolge nel Medioevo, le eroine sfoggiano bellissimi corsetti con le spalle scoperte e L’altra donna del re non fa eccezione. Tuttavia, la realtà era meno romantica. Nel XVI secolo, nessuna nobildonna poteva fare a meno di un indumento intimo. Grembiuli e sottovesti in lino, cotone e talvolta seta le proteggevano dal freddo e impedivano gli sfregamenti dovuti ai corsetti rigidi. Inoltre, lavare un grembiule di lino era molto più facile che lavare abiti fatti di tessuti costosi.

Bridgerton

Nella serie TV Bridgerton, le protagoniste indossano dei corsetti stretti proprio sui loro corpi nudi. Possiamo persino vedere tagli e graffi sulla schiena di Daphne Bridgerton, che sono apparsi a causa dell’uso di corsetti scomodi. Tuttavia, in realtà, questo era impossibile. Nella Reggenza, come in altri periodi storici, il corsetto veniva indossato sopra un indumento intimo, che era parte integrante del guardaroba di ogni donna.

Grease

L’iconico film musicale Grease è ambientato nel 1958, ma in una delle scene chiave, Sandy appare con un’acconciatura selvaggia che è più tipica degli anni ’70.

Anche i suoi leggings neri lucidi non corrispondono alla moda di quei tempi. Non solo erano troppo stretti, ma a quanto pare erano fatti di Spandex che non è stato brevettato fino al 1959.

Enola Holmes

La maggior parte dei costumi di Enola Holmes sono realizzati con perfetta precisione, ma ci sono alcuni errori. Gli elementi di alcuni abiti, in particolare il corpetto dell’abito bordeaux e la gonna dell’abito rosa, emulano più la moda del 1870 che la moda del 1880, quando si svolge l’azione. Inoltre, la scollatura dell’abito bordeaux è troppo rivelatrice: una ragazza di quegli anni difficilmente avrebbe osato andare in giro con un vestito simile per strada durante il giorno.

Le crociate — Kingdom of Heaven

Anche se Baliano, interpretato da Orlando Bloom, era un uomo coraggioso, difficilmente avrebbe osato uscire sul campo di battaglia senza indossare un elmo.

My Fair Lady

L’acconciatura più popolare dell’inizio del 20° secolo (l’azione del film si svolge nel 1912) era lo stile pompadour dolcemente vorticoso. Questa acconciatura serviva a sostenere cappelli a tesa larga, che erano di moda in quegli anni. Ma l’acconciatura alta, che Audrey Hepburn indossava nel film, era poco adatta all’epoca.

Orgoglio e pregiudizio

L’azione del film e del romanzo si svolge dal 1811 al 1812, quando i riccioli naturali sostituirono le parrucche pompose. Le ragazze raccoglievano i capelli in una crocchia alta e il principale elemento della loro pettinatura erano i riccioli stretti intorno alla fronte e alle tempie. E, naturalmente, non portavano i capelli sciolti e la frangia.

Emma

Anche Emma, interpretata da Gwyneth Paltrow, non indossava alcun copricapo. Per tutto il film, la protagonista appare ripetutamente all’aria aperta con la testa scoperta, il che era semplicemente impensabile per quegli anni. Nel 1810, ogni donna rispettabile aveva una collezione di berretti e cappelli che la proteggevano dal sole e dalle intemperie e indicavano anche il suo status.

Bonus

Fino al XX secolo, l’deale di bellezza era un corpo femminile voluttuoso con curve. Questa tendenza è riscontrabile nelle opere d’arte e soprattutto sulle tele di artisti famosi di quel periodo. Artisti rinascimentali, impressionisti e persino cubisti hanno elogiato le donne formose. Ma a quanto pare anche le attrici che incarnano le principali bellezze del XVIII-XIX secolo sullo schermo dovrebbero soddisfare questi standard.

Tuttavia, nei film storici vediamo spesso icone di bellezza moderne con guance infossate e zigomi espressivi. Un esempio lampante di ciò è l’affascinante Keira Knightley. L’attrice è molto lontana dagli ideali di bellezza di quegli anni, tuttavia gli spettatori adorano il modo in cui recita.

Presti attenzione a errori come questi nei film? Cosa ne pensi? Raccontacelo nei commenti qui sotto.

Anteprima del credito fotografico Bridgerton / Netflix
Il lato positivo/Film/13 volte in cui i registi hanno commesso un grave errore e noi ci abbiamo creduto lo stesso
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti