Il lato positivo
Il lato positivo

25 fatti su Alan Rickman, che ha avuto la parte in un film perché era un “attore economico”

Un grande attore di teatro, il perfetto candidato per il ruolo di ogni antagonista, il proprietario di una delle più memorabili voci nella storia del cinema... sono tutte cose vere su Alan Rickman. Il 21 Febbraio 2021 avrebbe fatto 75 anni.

Noi a Il Lato Positivo abbiamo scoperto alcune cose in più su questo attore e abbiamo deciso di condividere con te alcuni fatti interessanti.

  • La madre era gallese, Margaret Doreen Rose, e il padre irlandese, Bernard William Rickman.
  • I suoi genitori erano delle persone molto conservatrici, cosa che influenzò Rickman. Una delle regole della loro casa era che i bambini dovevano essere il più silenziosi possibile.
  • Alan aveva 2 fratelli, David e Michael e una sorella, Sheila. Suo padre morì di cancro quando Alan aveva 8 anni. Dopo la sua morte, per la madre fu molto difficile crescere i bambini ed è per questo che loro hanno sempre saputo quanto fosse duro guadagnare soldi, erano sempre pronti a lavorare per aiutare la famiglia.
  • Quando era un ragazzino, Alan era molto bravo in calligrafia e nella pittura ad acquerello. Successivamente, disse che la professione di designer sembrava più richiesta e stabile.
  • Dopo aver finito il college, Rickman e alcuni suoi amici aprirono uno studio di calligrafia chiamato Graphiti. Ma dopo 3 anni capì di voler essere un attore e entrò a far parte della Royal Academy di Arte Drammatica. Nel corso dei suoi studi, Alan aderì al partito costumista.
  • Il suo più grande successo fu il ruolo nello spettacolo di Christopher Hampton, Les Liaisons Dangereuses. E’ da qui che i produttori lo videro e gli offrirono il ruolo di Hans Gruber in Die Hard.
  • Alan stesso disse che ebbe la parte in questo film solo perché era un attore “economico”. I produttori pagarono €6 milioni per Bruce Willis, quindi dovevano trovare altri attori che non avrebbero richiesto troppi soldi.
  • Sul set, i principi di Rickman portarono ad una costosa pausa in una giornata di riprese. Non fu per qualche crisi creativa; Rickman si rifiutò totalmente di spingere Bonnie Bedelia, che interpretava il personaggio femminile: avrebbe dovuto farlo, visto che interpretava la parte del cattivo Hans Gruber. Ma l’attore lo considerò eccessivo e inappropriato.
  • Durante la ripresa della scena in cui Grubers cade da un palazzo, lo stuntman spinse Rickman su un cuscino a 4 metri di distanza. Si accordarono per farlo al 3, ma lo stuntman lo fece al 2, per questo possiamo vedere la reazione vera dell’attore.
  • Rickman non era una persona facile con cui parlare durante un’intervista. Lui fece una lista di argomenti di cui non avrebbe parlato: famiglia, relazioni e il talento nell’interpretare i cattivi. Inoltre, non voleva che si parlasse degli aspetti della recitazione, perché era troppo complicato e pensava che i suoi vestiti fossero un argomento noioso per una conversazione.
  • Si dice che lui continuò a rifiutare il ruolo dello sceriffo di Nottingham in Robin Hood — Principe dei ladri fino a quando non gli fosse stato permesso di fare quello che voleva con il suo personaggio. Poi, vinse un premio BAFTA.
  • Rickman è stato l’unico attore ad essere apparso due volte sulla lista de “I più grandi cattivi di tutti i tempi” con i suoi ruoli in Die Hard Robin Hood — Il principe dei ladri.
  • Nonostante J.K. Rowling avesse creato Severus Piton avendo Alan Rickman in testa, lui avrebbe potuto anche non avere la parte in Harry Potter e la pietra filosofale. L’attore ebbe la parte solo dopo che Tim Roth abbandonò il progetto e accettò la parte in Planet of the Apes — Il pianeta delle scimmie.
  • Poco dopo che Alan iniziò ad interpretare Severus Piton, la Rowling gli rivelò alcuni segreti del suo personaggio, che sarebbero stati svelati solo all’uscita dell’ultimo libro. In più, per più di 7 anni, Rickman fu una delle poche persone a sapere che Piton era innamorato di Lily. La Rowling ha confessato di aver condiviso questa informazione perché così Alan avrebbe capito da dove venivano queste emozioni negative verso il ragazzo: lui era la prova vivente che lei aveva scelto un altro uomo. Quando i produttori dei film chiedevano a Rickman perchè interpretasse certe scene in un certo modo, lui diceva soltanto di sapere qualcosa che loro non sapevano.
  • Nella scena dei sacchi a pelo durante Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Alan Rickman, Michael Gambon (Silente) e Alfonso Cuarón decisero di fare uno scherzo a Daniel Radcliffe (Harry Potter). Al tempo gli piaceva una ragazza e chiese di essere messo vicino a lei. Quando le riprese iniziarono, si scoprì che i 3 avevano messo un aggeggio per le scorregge nel suo sacco a pelo. Secondo Cuarón, Daniel cercò con tutte le forze di rimanere nel personaggio mentre tutti gli altri ridevano.
  • Il primo film che vide fu Robinson nell’isola dei corsari, nel 1960. E il film che gli cambiò la vita fu Nashville di Robert Altman.
  • Anche se Alan era un attore di successo, spesso rifiutava offerte di film in modo da avere più tempo per il teatro. Il teatro era un luogo che lui chiamava “magia”, il suo primo amore.
  • A 19 anni, Rickman incontrò la 18enne Rima Horton. Parlarono per un po’ e poi iniziarono a frequentarsi. 12 anni dopo, andarono a vivere insieme.
  • Nel 2015, Rickman confermò che si erano sposati durante una cerimonia privata a New York, dopo 47 anni dal primo incontro. In un’intervista, ha detto che andò tutto alla grande, poiché non c’era nessuno. Dopo il matrimonio, passeggiarono lungo il ponte di Brooklyn e cenarono in un bar. E anche se Rima non voleva un anello, Alan gliene comprò uno da €200, ma lei non lo indossò mai.
  • Rickman e Horton non ebbero figli.
  • Rickman era un attivo filantropo per il fondo di ricerca Saving Faces e presidente dell’International Performers’ Aid Trust che combatteva la povertà tra gli artisti di tutto il mondo.
  • Alan è il padrino di Tom Burke (Third Star, Guerra e Pace, The Musketeers).
  • Nel 2000, apparve nel video musicale “In Demand” dei Texas.
  • Due ricercatori, un linguista e un direttore del suono, hanno scoperto che la combinazione delle voci di Alan Rickman e di Jeremy Iron creavano la voce maschile perfetta.
  • Gli ultimi progetti dell’attore Il diritto di uccidere e Alice attraverso lo specchio furono dedicati alla sua memoria.

Quale tra i ruoli di Alan Rickman consideri il più memorabile? Quale tra i suoi film non ti stanchi mai di riguardare?

Anteprima del credito fotografico David Harrison / Eyevine / East News
Il lato positivo/Film/25 fatti su Alan Rickman, che ha avuto la parte in un film perché era un “attore economico”
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti