Il lato positivo
Il lato positivo

11 trucchetti della principessa Diana che anche gli esperti di moda di oggi apprezzano

La principessa Diana è ancora adorata e ricordata per il suo spirito libero e per il modo in cui riusciva a esprimerlo all’interno della compita Famiglia Reale. La sua straordinaria personalità veniva fuori anche attraverso il suo stile d’abbigliamento, ammirato da tanti esperti di moda del tempo. Ad oggi, anche gli stilisti moderni trovano utili alcuni dei suoi segreti di moda. Infatti, sono proprio i piccoli dettagli che rendono la figura di Diana così affascinante.

Noi de Il Lato Positivo amiamo la principessa Diana e abbiamo scoperto come riusciva a costruire la sua splendida immagine rispettando, allo stesso tempo, il protocollo reale.

1. Asimmetria

Diana raramente indossava abiti lunghi con una scollatura bassa. Sceglieva molto spesso degli abiti monospalla asimmetrici, come questo iconico vestito azzurro disegnato da Versace nel 1996.

2. Una particolare attenzione alla parte superiore e a maniche a sbuffo

Diana indossò per la prima volta differenti versioni di maniche a sbuffo durante gli anni ’80. La principessa aveva spalle larghe ma non aveva paura di indossare camicette e vestiti con maniche a sbuffo o diversi tipi di outfit con maniche imbottite. Diana era la regina delle maniche!

3. Smalto rosso

Può sembrare che lo smalto rosso non sia nulla di speciale ma, secondo il protocollo reale, i reali potevano indossare solo uno smalto color carne. Lo smalto rosso di Diana dimostrava il suo coraggio e esprimeva la sua visione della vita, descritta in una delle sue interviste così: “Non seguo delle regole specifiche, mi faccio guidare dal cuore, non dalla testa e, anche se ciò mi ha creato dei problemi sul lavoro, va bene così.”

Si dice che Diana abbia cominciato a indossare costantemente lo smalto rosso dopo che la notizia della sua separazione con Carlo divenne pubblica. Era un chiaro segno che si stava opponendo al sistema.

4. Gioielli inconsueti

I gioielli di Diana enfatizzavano la sua personalità. Non importava che fossero dei semplici accessori da tutti i giorni o gioielli per eventi importanti. Dai un’occhiata a questa semplice collana con la lettera D (l’iniziale del nome della principessa). I suoi amici le regalarono questa collana d’oro per il suo sedicesimo compleanno. Diana ci era affezionata e ha continuato a indossarla in varie occasioni, anche dopo aver sposato Carlo.

Il girocollo in zaffiro a 7 fili di perle era uno dei gioielli preferiti di Diana. Si abbinava ai doppi pendenti e al suo anello di fidanzamento. Ma il girocollo aveva un segreto. Il suo elemento centrale è un fermaglio di zaffiro, donato alla regina Elisabetta come regalo di nozze. Diana lo abbinò in modo elegante al girocollo di perle.

La principessa preferiva le collane a girocollo, che le sottolineavano la curva graziosa del collo. E le abbinava sempre con gli orecchini.

L’anello di fidanzamento di Diana, con uno zaffiro, era molto importante per lei. Lo indossava sull’anulare e lo abbinava a diversi outfit.

Preferiva indossare tutti gli altri anelli sul mignolo e questo attirava molta attenzione.

5. Un accostamento di stile classico e sportivo

Diana sapeva come apparire adeguata e dolce anche in outfit sportivi, che talvolta combinava con abiti casual. La principessa aggiungeva un po’ di spirito ai suoi look, come con questa felpa con il disegno di un palloncino abbinata a una giacca oversize. Questo look un po’ da teppista era completato da un cappello. Per quanto riguarda gli shorts da ciclista, che indossava molto spesso, li abbinava sempre a una felpa.

6. Uno stile maschile

Un papillon, un accentuato dolcevita, una giacca maschile, un completo... Diana e il suo stilista sceglievano spesso stili maschili per sottolineare la sua femminilità. Una delle sue scelte più anticonvenzionali come membro dello famiglia reale fu un papillon che abbinò a diversi outfit.

7. Colori pastello

Diana amava i colori accesi e non aveva paura di indossarli, ma non le dispiacevano nemmeno i colori pastello e i tessuti delicati, come pizzo, chiffon e anche seta. Li indossava sia nel quotidiano che durante i ricevimenti.

8. Total look

Anche se a prima vista un outfit di un unico colore sembra semplice, in realtà richiede un profondo senso di stile e Diana ce l’aveva. I suoi outfit erano in diversi stili e non aveva paura di usare delle tonalità audaci e delle simpatiche combinazioni di accessori.

9. Colori a contrasto

Diana era anche un’appassionata di colori. Le combinazioni di colori audaci le stavano bene. I membri della famiglia reale non temono le tonalità intriganti, basta guardare l’abbigliamento di Elisabetta II. Ma Diana utilizzò un approccio creativo. Dopotutto, i colori contrastanti attirano più attenzione di un solo colore acceso.

10. Occhiali alla moda

Diana non indossava spesso occhiali da vista, ma quando lo faceva, sceglieva quelli con montature inusuali, spesso dalla forma simile a quella degli occhiali da sole.

Per quanto riguarda gli occhiali da sole, li adorava e li indossava a vari eventi, sia formali che informali. Abbinava occhiali sportivi a outfit classici e amava quelli oversize.

11. Il colore rosso

La principessa aveva molti outfit di un intenso color rosso, che comprendevano non solo vestiti ma anche giacche, maglioni, cappotti e una serie di gonne. Le piaceva accostare il rosso a colori coordinati o contrastanti.

Pensi che questi look ad oggi possano ancora essere alla moda? Conosci altri dettagli dello stile di Diana che non abbiamo menzionato? Diccelo nei commenti.

Il lato positivo/Persone/11 trucchetti della principessa Diana che anche gli esperti di moda di oggi apprezzano
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti