Il lato positivo
Il lato positivo

7 modelle che presto potrebbero diventare più famose di Claudia Schiffer e Cindy Crawford

Essere una modella non significa più solo avere un bel viso e un corpo snello, ma è anche sinonimo di carisma, talento e look insoliti. Le più famose non devono più rispecchiare bellezze classiche in quanto sono contraddistinte da altre caratteristiche che le rendono attraenti. Una modella era una stagista alla NASA, un’altra protegge la natura nordica e ce n’è persino una che dimostra che avere il diabete non è la fine del mondo.

Noi de Il Lato Positivo abbiamo deciso di dare un’occhiata più da vicino alla nuova generazione di modelle e possiamo dire con certezza che presto diventeranno famosissime.

Quannah Chasinghorse

Quanna, 19 anni, ha attirato molta attenzione su di sé durante il Met Gala 2021. Il tema dell’evento era la moda americana e la ragazza rappresentava la cultura della Nazione Navajo. Il suo look è subito diventato virale. Quanna è l’unica modella nativa americana. Si interessa di moda fin dall’infanzia e nel 2020 ha firmato un contratto con Calvin Klein. Da allora, la sua carriera è decollata.

Il dettaglio che la contraddistingue maggiormente è il tatuaggio sul viso. L’ha fatto all’età di 14 anni, rivendicando l’antica tradizione del suo popolo. In passato, questo tatuaggio veniva fatto alle giovani di età compresa tra 12 e 14 anni per dimostrare che fossero diventate donne ma Quanna è stata la prima tra le ragazze moderne della tribù ad averlo così presto. A proposito, è stata tatuata da sua madre, una tradizione praticata in passato.

La modella vive in Alaska e si batte per proteggere la natura delle regioni artiche. In particolare, si oppone alla concessione di terreni del suo stato per la produzione di petrolio.

Lila Grace Moss

Lila è la figlia di Kate Moss. Ora ha 19 anni ma ha iniziato la sua carriera nella moda all’età di 14. A 16, è diventata il volto di Marc Jacobs Beauty ed è apparsa anche sulla copertina della rivista Dazed.

Lila ha il diabete di tipo 1 e, durante una sfilata di moda a Milano, si è presentata in passerella con il suo microinfusore a vista, gesto coraggioso che i suoi fan hanno ammirato.

Sara Grace Wallerstedt

La bellezza di questa modella americana è stata definita “eterea”. Quando era a scuola, Sara non aveva mai preso in considerazione l’industria della moda e si definiva una nerd, ma l’alta moda è diventata la sua via di fuga dalla sua cittadina.

La prima copertina di Sara è stata quella della rivista Vogue Italia, mentre la sua prima apparizione in una campagna promozionale è stata per Prada, ritenuta come uno dei più grandi successi nel settore della moda.

Mona Tougaard

Mona è nata in Danimarca ed è di origine danese, somala, etiope e turca. Aveva 12 anni quando la sua bellezza disarmante è stata notata per la prima volta dai fashion scout. All’età di 15 anni, ha vinto il concorso Elite Model Look Denmark.

È apparsa nelle pubblicità di Prada, Louis Vuitton, Loewe, Chanel, Max Mara e Chloé e nel 2021 è apparsa sulla copertina di British Vogue.

Adut Akech

La 22enne Adut del Sud Sudan è stata spesso definita come “la seconda Naomi Campbell”. Il 2 dicembre 2019 ha vinto il premio “Modella dell’anno” ai British Fashion Awards di Londra.

I fashion scout l’hanno notata quando aveva solo 13 anni, ma ha posticipato la sua carriera di modella di 3 anni. A 16 anni, Adut ha debuttato in una sfilata di moda organizzata dalla zia e presto ha partecipato a una di Saint Laurent. Inoltre, è stata nominata due volte “Modella dell’anno” da Models.com.

Paloma Elsesser

Paloma non è mai stata veramente interessata all’alta moda. Ha studiato psicologia e ha aperto un blog su Instagram. È qui che è stata notata dalla truccatrice Pat McGrath che ha presentato al mondo una nuova modella curvy.

Paloma ha lavorato con Nike, Fendy Beauty, Proenza Schouler e Mercedes-Benz e nel 2021 è apparsa sulla copertina di Vogue.

Adesuwa Aighewi

Questa modella particolare è di origine cinese, thailandese e nigeriana. I genitori di Adesuwa sono scienziati ambientali e viaggiano molto per lavoro. Quindi, nonostante sia nata negli Stati Uniti, ha trascorso metà della sua vita in Nigeria.

Ha studiato chimica e ha anche fatto uno stage alla NASA, tuttavia ha optato per il mondo dell’alta moda. Ha sfilato per Dior, Louis Vuitton e Chanel.

Quali modelle ti piacciono di più: quelle degli anni ’90 o quelle di oggi? Diccelo nei commenti qui sotto.

Il lato positivo/Persone/7 modelle che presto potrebbero diventare più famose di Claudia Schiffer e Cindy Crawford
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti