Il lato positivo
Il lato positivo

9 errori comuni che continuiamo a fare in cucina senza nemmeno accorgercene

Spesso, adottiamo inconsciamente metodi su come fare le cose dai nostri parenti e da altre persone vicine a noi, includendoli, senza rendercene conto, nella nostra routine quotidiana. Allo stesso tempo, assumiamo che, visto che li usiamo così spesso, devono essere per forza efficaci e utili. Tuttavia, non sempre ciò che ci insegnano è corretto, soprattutto quando si parla di arte culinaria.

Noi de Il Lato Positivo abbiamo studiato le abitudini culinarie più diffuse e, con grande sorpresa, abbiamo scoperto che molte avrebbero dovuto essere abbandonate molto tempo fa. A quanto pare, se facciamo qualche piccolo cambiamento, il cibo sarà ancora più gustoso e avremo meno difficoltà mentre cuciniamo.

9. Scongelare la carne a temperatura ambiente

Per scongelare la carne più velocemente, tendiamo a lasciarla sul piano di lavoro a temperatura ambiente. Tuttavia, questa non è l’opzione migliore. In queste condizioni i batteri proliferano e la carne può iniziare ad andare a male senza che ce ne accorgiamo in tempo.

Gli esperti ritengono che sia molto più sicuro scongelare i prodotti a base di carne in frigorifero. Potrebbe volerci più tempo, ma la carne non si rovinerà. Un’opzione più rapida è scongelarla nell’acqua fredda. In questo caso, devi posizionare la carne in un sacchetto ermetico e metterla in un contenitore pieno d’acqua. Assicurati di cambiare l’acqua ogni mezz’ora.

8. Sciacquare le verdure solo con acqua invece di usare le mani

Tutti noi sappiamo che le verdure vanno lavate prima di essere cotte. Ma metterle solo sotto un getto d’acqua, mescolandole lentamente in uno scolapasta, non è sufficiente. Forse rimuoverai lo sporco in superficie, ma cose come pesticidi, microbi e sporco radicato non verranno via.

I ricercatori dicono che la cosa principale da ricordare quando si lavano la frutta e la verdura è l’azione meccanica. Infatti, bisogna strofinare il cibo con le mani mentre viene lavato sotto l’acqua corrente. Un altro consiglio è quello di aggiungere all’acqua del bicarbonato di sodio e poi immergerci la frutta o la verdura.

7. Aggiungere la frutta essiccata ai piatti senza averla lasciata prima ammollo

La frutta essiccata può essere consumata così com’è. Ma se hai intenzione di aggiungerla a un’insalata o a un prodotto da forno, è necessario metterla a bagno nell’acqua bollente per 10-15 minuti.

Questo passaggio la renderà più morbida e il gusto sarà più vivido. Inoltre, la macerazione è estremamente importante quando si cuoce al forno perché la frutta essiccata tende ad assorbire l’umidità, rovinando così la tua ricetta.

6. Marinare la carne per più di 12 ore

Per qualche ragione, si crede che, più a lungo la carne viene lasciata a marinare, più gustoso e succoso sarà il risultato finale. In realtà, tenere la carne a marinare troppo a lungo la renderà solo stopposa.

La colpa è dell’acido, che viene aggiunto alla marinatura sotto forma di aceto o limone. Se vuoi che la carne sia succosa e saporita, senza rovinarne la consistenza, ti basterà marinarla per 20 minuti.

5. Mettere l’aglio in padella troppo presto

L’aglio ci mette pochissimo tempo a soffriggere, e forse questo già lo sapevi. L’aggiunta simultanea di aglio e cipolla in padella crea un problema poiché l’aglio si brucerà mentre la cipolla avrà bisogno di più tempo per cuocersi.

Per rendere il soffritto migliore devi tagliare l’aglio a pezzi più grandi. Oppure, se la ricetta richiede aglio grattugiato o tritato finemente, tieni presente che soffriggerà in meno di 10 secondi. Ciò significa che sarà meglio soffriggere prima gli altri ingredienti, e infine aggiungere l’aglio. Puoi anche tagliare e aggiungere l’aglio per ultimo.

4. Impastare troppo a lungo

Spesso utilizziamo lo stesso approccio quando facciamo l’impasto per diversi tipi di prodotti. Ma quello che va bene per un piatto può non andare bene per un altro. Mescolare l’impasto per un lungo periodo di tempo può renderlo più denso ed elastico e, questo grazie al rilascio attivo del glutine.

Questa opzione è perfetta se devi fare la pizza, ma non va bene per le torte. Questo perché l’impasto nelle torte, di regola, dovrebbe essere gonfio, tenero e friabile piuttosto che, piatto e compatto. Ecco perché dovremmo tenere questa regola a mente quando andiamo a impastare.

3. Friggere la carne subito dopo averla speziata

Se vuoi che la tua bistecca rimanga tenera durante la cottura, non gettarla in padella subito dopo aver aggiunto le spezie. La carne salata sprigiona una grande quantità di umidità che, alla fine, la farà bollire piuttosto che cuocere. E, per farla cuocere, ti ritroverai a tenerla per troppo tempo sul fuoco rendendola stopposa.

Per evitare tutto ciò, lascia riposare la carne cosparsa di spezie per 15 minuti, asciugandola dall’umidità con un tovagliolo di carta.

2. Far bollire le patate senza coperchio

Per far bollire le patate in modo più uniforme e veloce, bisogna coprire la pentola con un coperchio, in questo modo tratterrà più calore e in modo più efficiente. Tuttavia, c’è un malinteso comune secondo cui in questo modo le patate si frantumano.

In realtà, non si frantumano per colpa del coperchio, ma è perché si mettono le patate nell’acqua bollente. La parte esterna si cuoce più velocemente e, di conseguenza, iniziano a sfaldarsi quando l’interno raggiunge il necessario grado di cottura.

1. Battere la carne senza coprirla

È abbastanza facile cuocere male il pollame e farlo venire troppo asciutto. Ad esempio, il petto cuoce più velocemente rispetto ad altre parti più spesse Per far rosolare uniformemente la carne, basta batterla e appiattirla. Ma ci sono alcune sfumature da tenere a mente.

Non pestare la carne senza prima averla messa in un sacchetto di plastica o averla coperta con della pellicola. In caso contrario, delle piccole e invisibili particelle, che non sono percepibili a occhio nudo, si cospargeranno sul piano di lavoro, diffondendo e facendo proliferare i batteri. Inoltre, se non la copri, rischi di uccidere le fibre, rendendo la carne meno tenera, più friabile e anche più incline a un’eccessiva essiccazione.

Quali altri errori culinari vuoi aggiungere a questa lista perché continuano ad essere tramandati di generazione in generazione?

Anteprima del credito fotografico Pro Home Cooks / YouTube
Il lato positivo/Consigli e trucchi/9 errori comuni che continuiamo a fare in cucina senza nemmeno accorgercene
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti