Il lato positivo
Il lato positivo

17 genitori premurosi il cui motto preferito è “meglio prevenire che curare”

Tutti sanno che “prevenire è meglio che curare”, e molti genitori non smettono mai di sottolineare quanto sia importante. Infatti, fanno qualsiasi cosa per impedire ai loro figli di vivere situazioni che potrebbero metterli in pericolo; addirittura inventano codici segreti per comunicare o per inviano denaro se, per qualche motivo, si trovano in difficoltà lontano da casa. Questo metodo, anche se può sembrare sorprendente, fa parte dell’abitudine di molte famiglie.

Noi de Il Lato Positivo abbiamo creato per te una lista con i segreti che hanno aiutato molti bambini a uscire fuori dai guai.

  • Mio padre era un direttore di banca e un giorno si preoccupò del fatto che qualcuno potesse convincerci a rubargli dei soldi. Dato che entrambi i miei nonni erano morti, ci mettemmo d’accordo sul fatto che avremmo dovuto utilizzare la frase “Il nonno sta bene?” per suggerire che eravamo nei guai. Pochi mesi dopo, decisi di fare una prova. Mi chiamò e io gli feci la domanda su mio nonno. “Cosa intendi?” Mi rispose. “È morto da anni”. La buona notizia è che non c’è mai stato bisogno di usare la frase per davvero. © pilchard-friendly / Reddit
  • Non ho mai avuto un cellulare fino al liceo, ma il codice segreto che utilizzavo con i miei genitori era chiamarli e chiedere: “Hai dato da mangiare ai pesci?”. Non abbiamo mai avuto un pesce, ma i miei genitori sono stati sempre bravissimi a trovare scuse per farmi ritornare a casa. È così importante avere un’intesa del genere con i tuoi figli. © getyourownthememusic / Reddit
  • Mia sorella minore (22) ed io (28) utilizziamo la parola “velluto”. Dice che la prima volta che ha notato un ragazzo inquietante e che, in generale, si è sentita molto minacciata, indossava una tuta di velluto. Sa che tutto ciò che deve fare è scrivermi “velluto” e io troverò la sua posizione e andrò a soccorrerla. Lei va all’università, quindi riusciamo a condividere la nostra posizione in vari modi. Si fida di me perché sa che nostra madre lo userebbe per rintracciarla inutilmente, e lei non si sentirebbe “libera”. © themediumchunk / Reddit
  • Mia madre lavorava molto, e io e mia sorella avevamo un codice segreto. Mi scriveva (sono la maggiore) e mi chiedeva se avevamo le polpette di menta a casa (tutti odiamo la menta); quello era il segnale che implicava il fatto che dovessi chiamarla e trovare una ragione per farla tornare a casa. Le dicevo di preparare le cose perché sarei passata a prenderla di lì a poco. Si concedeva spesso di uscire poiché con questo metodo si sentiva al sicuro, e io non ho mai chiesto o giudicato il fatto che volesse tornare a casa. Un bello spunto per chi non usa questo tipo di frase segreta. © homespunhero / Reddit
  • Mia figlia ha 9 anni e le abbiamo detto che se mai si sentisse a disagio, può dire che non si sente bene e noi andremo a prenderla. © t**orr115 / Reddit
  • Insegnare al proprio figlio un codice segreto per aiutarlo a uscire da situazioni potenzialmente pericolose prima che si intensifichino è qualcosa a cui molti genitori non fanno ricorso abbastanza spesso. Ricordo che il codice per la mia famiglia era che se chiamavamo i nostri genitori e chiedevamo la pizza, significava che ci sentivamo a disagio e volevamo che ci venissero a prendere, ma che non eravamo in pericolo imminente. Se invece chiamavamo e chiedevamo del pesce, significava che avevamo bisogno di qualcuno che venisse a prenderci all’istante perché poteva succedere qualcosa di brutto. Fortunatamente nessuno ha mai dovuto chiedere pesce, ma abbiamo chiesto la pizza molte volte. © Solgatiger / Reddit
  • Abbiamo un codice segreto per nostro figlio tredicenne. È: “Ho lasciato una cosa al piano di sopra, me la puoi trovare?”. Non viviamo in una casa a 2 piani. Quindi, mio figlio sa che se mi manda questo messaggio mentre sono fuori, andrò immediatamente a prenderlo. Questo mi ha aiutato a gestire l’ansia, soprattutto durante gli anni dell’adolescenza. © joyluster / Reddit
  • Ho detto ai miei figli che sono sempre disposto a fare il cattivo per coprire loro. Se hanno bisogno di incolpare me per uscire da una situazione prima che le cose vadano male, che lo facciano. È davvero importante imparare ad ascoltare e fidarsi del proprio istinto. Anche i migliori amici dei miei figli possono incolparmi. Uno di loro l’ha fatto una volta, e i suoi genitori furono molto grati. © lsp2005 / Reddit
  • Ho usato un codice segreto per chiamare mia madre e mio marito quando avevo 27 anni. Ero in giro con amici e la mia macchina era parcheggiata a 15 miglia di distanza. Un ragazzo ha iniziato a infastidirmi con le sue avances. No, non mi sono sentita infantile e non mi sono mai pentita di averli svegliati all’una di notte per farmi soccorrere. © alliebogege / Reddit
  • Mio padre ed io praticamente avevamo la nostra lingua. Potevo dirgli che avevo visto una poiana catturare un’ape e lui avrebbe capito che volevo andarmene. Quella frase veniva dal vecchio cartone animato in cui la poiana cantava “Sto portando a casa un piccolo calabrone” e significava che qualcuno stava facendo o aveva fatto qualcosa di stupido. Quindi lo utilizzavo per avvisarlo del fatto che ero a disagio con una determinata persona o in una determinata situazione.
    Ora ho anche io dei figli. Non escono ancora da soli, ma abbiamo già stabilito dei codici segreti. Un semplice pollice in su è il mio segno per far capire ai i bambini che stanno facendo del bene o che possono procedere con qualcosa. So anche che se mi mostrano un pollice in giù, qualcosa li infastidisce e che è il momento di intervenire o parlare con loro faccia a faccia. © throwrabrotherdrama / Reddit
  • In passato, quando qualcuno chiamava a casa per invitarmi a fare qualcosa che non volevo fare, allontanavo il telefono in modo che potessero sentire mia madre rispondere negativamente, il tutto mentre scuotevo la testa verso di lei. © texmarie / Reddit

E tu, avevi un codice segreto con i tuoi genitori? Quale?

Il lato positivo/Famiglia e bambini/17 genitori premurosi il cui motto preferito è “meglio prevenire che curare”
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti