Il lato positivo
Il lato positivo

9 cose inaspettate che ti fanno capire che il matrimonio non durerà a lungo

Tutte le persone sognano un amore che duri tutta la vita, ma in realtà questo scenario rappresenta un’eccezione rara rispetto alla dura realtà. Negli ultimi 50 anni, in Europa, le persone hanno iniziato a divorziare 2.5 volte in più e a sposarsi 2 volte meno. La cosa buona è che prevedere un divorzio è possibile e ciò è sostenuto da ricerche scientifiche.

Noi de Il Lato Positivo speriamo che ci siano sempre più famiglie felici e forti nel mondo. Ecco perché siamo andati a leggere un sacco di ricerche e abbiamo scelto i 9 segnali da divorzio più inconfondibili che gli scienziati abbiano scovato.

1. Quanto si sorride nelle foto d’infanzia

Gli psicologi hanno condotto una serie di test per cercare di capire se fosse possibile prevedere un divorzio dalle foto d’infanzia. In uno studio, gli scienziati hanno guardato le foto di un annuario universitario e hanno valutato l’intensità dei sorrisi su una scala da 1 a 10. La valutazione è stata basata sulla distensione di 2 muscoli: quello legato alla bocca e quello che causava delle rughette intorno agli occhi.

Nessuno di quei sorrisi è stato valutato come un “10” da divorzio. Allo stesso tempo, una persona su quattro, tra quelle accigliate, ha divorziato. In generale, i risultati mostrano che le persone che appaiono tristi in foto divorziano 5 volte più spesso di quelle che sorridono.

2. Il tono emotivo della voce

Un algoritmo può prevedere il successo di un matrimonio, con una precisione del 79%, solo attraverso il tono che i coniugi usano quando comunicano l’uno con l’altro. Gli scienziati hanno analizzato le conversazioni di più di 100 coppie in cura da uno psicologo e hanno poi osservato la loro situazione coniugale per 5 anni.

A quanto pare, l’intensità, il tono, il “tremolio” e la “brillantezza” sono segno di emozioni forti. “Non è importante solo cosa dici, ma anche come lo dici. Il nostro studio conferma che questo vale anche in una relazione di coppia”, dicono gli scienziati.

3. Colleghi del sesso opposto

Secondo dei ricercatori danesi, le persone che lavorano maggiormente con persone del sesso opposto divorziano il 15% in più. Tale studio è arrivato a dimensioni più ampie quando hanno preso in considerazione tutte le coppie che si sono sposate, in Danimarca, dal 1981 al 2002. Hanno scoperto che 100.000 di queste avevano già divorziato.

4. L’educazione della madre

Sono le donne che chiedono più spesso il divorzio. Inoltre, ci sono stati studi che hanno mostrato che la maggioranza delle coppie copia il comportamento dei genitori, specialmente quello delle madri. I sociologi hanno studiato il comportamento di 7000 persone e hanno scoperto che se una mamma inizia una nuova relazione, molto spesso (che si tratti di matrimonio o solo convivenza) i loro figli, da adulti, si comporteranno allo stesso modo.

5. Ignorare i conflitti

John Gottman identifica 4 segni premonitori di divorzio imminente: il disdegno, il vittimismo, le critiche e l’ignorare i conflitti. I “Quattro Cavalieri dell’Apocalisse” sembrano innocenti a prima vista, ma in realtà sono strategie comportamentali molto pericolose. Immagina soltanto: credi di essere pronto per un’accesa discussione su un argomento che ti stava infastidendo da un po’ e il tuo partner improvvisamente smette di mandare avanti la conversazione.

Potrebbe sembrare che i coniugi possano mantenere così la pace, ma è sbagliato. Anche se le discussioni e i litigi non sono la parte migliore della comunicazione in generale, ti aiutano comunque a mettere tutti i puntini sulle i. Sono necessari per risolvere le questioni irrisolte. Se una persona continua a ignorare queste situazioni, non fa altro che aumentare le sue frustrazioni.

6. L’atteggiamento negativo del marito verso gli amici di sua moglie

Gli scienziati hanno analizzato le relazioni di 373 coppie, sposate da più di 16 anni. A quanto pare, il 46% delle coppie ha divorziato al 16esimo anno di matrimonio e spesso è stato proprio l’atteggiamento critico del marito verso gli amici della moglie, durante il primo anno di matrimonio, a preannunciare la rottura che sarebbe avvenuta in futuro.

Secondo gli scienziati, è a causa del fatto che le amicizie di una donna, caratterizzate da vicinanza emotiva e supporto, durano di più, mentre le amicizie di un uomo dipendono molto spesso da attività comuni. Perciò, è più facile per gli uomini cambiare il loro cerchio d’amicizie ed è più difficile invece venire a patti con gli amici delle mogli, che finiscono per trovare spiacevoli.

7. Le eccessive dimostrazioni d’affetto tra neo-sposini

Lo psicologo Ted Huston ha studiato 168 coppie per 13 anni di matrimonio. I risultati sono stati pubblicati nel 2011 sulla rivista Interpersonal Relations and Group Processes, che sosteneva: “È stato dimostrato che le coppie che hanno divorziato a 7 anni o più di matrimonio erano quelle che appena sposate hanno mostrato tra loro 1/3 in più di attaccamento rispetto alle coppie che invece hanno avuto un matrimonio più di successo.”

Ciò è dovuto al fatto che le coppie che hanno iniziato una relazione con forti sentimenti romantici sono quelle che più tendono a lasciarsi, perché è molto difficile per loro mantenere l’intensità di quei sentimenti. “Che ci crediate o no, i matrimoni che iniziano con meno ’romanticismo da Hollywood’ sono quelli che di solito hanno un futuro più promettente”, dice l’esperta Aviva Patz.

8. Povertà e disoccupazione

È abbastanza ovvio che vivere in condizioni difficili non è semplice. Le relazioni in queste famiglie finiscono molto più spesso rispetto a quelle in famiglie economicamente stabili. Lo conferma Bob Birrell, il co-autore di uno studio sulle conseguenze economiche sui genitori dopo la separazione.

“Le persone pensano che il sistema agisca in modo draconiano per togliere dei soldi dalle tasche degli uomini. In realtà, la maggior parte degli uomini separati e divorziati ha un così basso guadagno che riesce a sostenere minimamente il benessere dei figli e della loro madre.”

9. Letto stretto

I coniugi dovrebbero dormire separati oppure in un letto grande per la loro salute fisica e mentale, per dormire meglio e per avere un ambiente salutare in famiglia. Gli scienziati che studiano i problemi del sonno hanno scoperto che il 30-40% delle coppie dorme in letti separati. E questo è positivo, perché un sonno di scarsa qualità può portare al divorzio. Quindi, se vuoi mantenere la tua relazione forte, assicurati di dormire bene.

Quali altre cose pensi possano preannunciare un divorzio o aiutare a prevenirlo?

Il lato positivo/Famiglia e bambini/9 cose inaspettate che ti fanno capire che il matrimonio non durerà a lungo
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti