Il lato positivo
Il lato positivo

Una coppia gay ha costruito una famiglia e ha dato speranza a oltre 60 bambini in difficoltà

Quando si ha un bambino in affidamento, si scopre un senso di amore che non conosce limiti. E più si continua, più il cuore si espande, per abbracciare questo amore. Jared Prochnow e suo marito, Matthew Foster, sono un ottimo esempio di genitori adottivi, che hanno già dedicato gran parte della loro vita a dare ai bambini bisognosi una speranza di vita migliore.

Adottare dei bambini ti insegna l’importanza delle parole e delle azioni. Oggi, unisciti a noi de Il Lato Positivo mentre ripercorriamo la storia di questa coppia di innamorati che ha cambiato la vita di molti bambini e ha imparato quanto sia meraviglioso amare qualcuno incondizionatamente.

Com’è iniziata la loro relazione

Jared e Matthew si sono incontrati per la prima volta nel 2006, quando entrambi frequentavano l’università. Sono sposati da 5 anni e stanno insieme da 15. Matthew stava lavorando come insegnante di scuola materna per famiglie a basso reddito, quando ha saputo che uno dei suoi studenti stava cercando dei genitori adottivi per sé e per sua sorella.

Il desiderio dei fratelli di avere una famiglia ha colpito Matthew e Jared e, da quel momento in poi, hanno iniziato a pensare di adottare dei bambini, per coronare il loro amore con la gioia di formare una famiglia. Dopo aver instaurato un legame profondo con gli studenti, hanno iniziato la formazione per diventare genitori affidatari autorizzati.

I primi passi per diventare genitori affidatari

I fratelli sono rimasti con la loro famiglia, ma Matthew e Jared hanno pensato che fosse giunto il momento di intraprendere questo viaggio. “Le qualifiche richieste a un genitore affidatario sono piuttosto elevate”, ha spiegato Matthew. “Essere molto versatili in tutto e avere molta pazienza con i bambini, perché provengono da così tanti contesti che non sai a cosa vai incontro”.

Ad ogni modo, alla fine del 2016, hanno adottato Ty ed Ethan, quando avevano 16 e 12 anni. Non molto tempo dopo, è stato adottato anche Isaac. Il loro legame con lui non è andato come previsto, perché ha lasciato la loro casa alla fine del 2021 e da allora non è più tornato.

Da allora, hanno accolto oltre 60 bambini di Fruita, in Colorado, dove sono cresciuti. Matthew e Jared hanno trovato estremamente gratificante potersi occupare di così tanti bambini che hanno bisogno di amore incondizionato e stabilità.

“Siamo genitori affidatari. Serviamo la nostra comunità e i suoi bambini”, ha dichiarato Matthew. “Speriamo che il nostro esempio serva a ispirare altri a servire la loro”.

Alcune difficoltà lungo la strada

I loro successi e la famiglia che hanno formato oggi non sono arrivati tanto facilmente. Quando la coppia ha iniziato il processo di affido, non tutti i loro cari li hanno sostenuti. A volte si sono sentiti soli lungo il percorso e non sempre sono stati compresi dagli altri.

“Abbiamo perso amici e abbiamo avuto momenti difficili nei rapporti familiari”, ha spiegato Jared. “In diverse occasioni ci siamo chiesti cosa stessimo facendo. Ma continuiamo a tornare dai bambini e dai loro bisogni”.

Anche il pregiudizio per il fatto di essere una coppia gay, nel sistema di affido, è stato qualcosa con cui hanno avuto spesso a che fare. Jared ha raccontato di un evento, in cui un gruppo di tre fratelli è stato preso in considerazione per l’affidamento e loro hanno espresso il loro interesse ad adottarli e Matthew ha dichiarato il suo disappunto nell’essere presentato come genitore gay, cosa che secondo lui non sarebbe mai accaduta alle coppie etero.

Essere genitori affidatari è difficile, perché si deve imparare a relazionarsi con i bambini e con le loro esperienze passate; tuttavia, deve essere un’opportunità per tutti, indipendentemente dal sesso o dall’orientamento sessuale. Ciò che conta di più è il desiderio e l’impegno di trasformare la vita di un bambino e di crescerlo nel miglior modo possibile.

Una famiglia in crescita

Negli ultimi anni, la coppia ha allargato ulteriormente la famiglia, creando un bel nido familiare. Isaiah e Josiah, la loro seconda coppia di fratelli, sono stati adottati nel 2020. Un anno dopo, sono arrivati Alex e Jaxon, altri due fratelli.

Oltre alla gioia di aver cresciuto una famiglia così unita e di aver adottato 6 bambini, Jared e Matthew sono diventati anche nonni, dopo che la loro figlia 22enne, Ty, ha dato alla luce una bambina, l’adorabile Ensley.

Sono felici e contenti così come sono

Lungo la strada, Jared e Matthew hanno affrontato molte sfide, dovendo fronteggiare vari pregiudizi che ancora albergano nella mente di alcune persone. Nonostante i numerosi ostacoli incontrati, il loro scopo principale è sempre stato quello di ispirare gli altri a seguire le loro orme. “Se una coppia gay vuole avere dei figli, deve andare in capo al mondo [...] Rendiamo normali i papà gay!”, ha detto Jared con fermezza.

Dopo aver adottato 6 bambini e averne avuti in affidamento oltre 60, la coppia ha chiuso la licenza di affidamento. Sono orgogliosi di ciò che hanno ottenuto e ora vogliono dedicare tutta la loro attenzione ai loro figli, finché sono ancora piccoli. Alla fine, l’amore è ciò che conta di più e, secondo Jared e Matthew, “è stato davvero un viaggio fantastico”.

Cosa pensi della storia di Jared e Matthew? Saresti dispost* a prenderti la responsabilità di avere in affidamento e crescere una famiglia grande come la loro?

Anteprima del credito fotografico jayrad23 / Instagram, Jared Prochnow
Il lato positivo/Famiglia e bambini/Una coppia gay ha costruito una famiglia e ha dato speranza a oltre 60 bambini in difficoltà
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti