Il lato positivo
Il lato positivo

“Woody Allen ha sposato sua figlia”, la storia non convenzionale del regista e della donna che è stata sua moglie per più di 20 anni

È stato lo scandalo del decennio! I tabloid riportarono la notizia che Woody Allen aveva iniziato una relazione “con sua figlia”. In mezzo allo shock, c’era Mia Farrow, che era stata la compagna del regista e la madre della ragazza. Ma cosa è successo davvero tra tutti loro e quali sono i legami che li uniscono? I dettagli potrebbero lasciare molti a bocca aperta.

ELIGIO PAONI / Contrasto / East News

È la fine degli anni ’70 quando Woody Allen e Mia Farrow iniziano la loro relazione e diventano una delle coppie più mediatiche e potenti dell’epoca. La Farrow aveva appena concluso il suo matrimonio con il musicista André Previn, con il quale aveva adottato una bambina dalla Corea del Sud: si chiamava Soon-Yi. Durante i dodici anni che l’attrice e il regista hanno condiviso, hanno allargato la famiglia adottando altri due bambini. Poi, nel 1987, è nato Satchel Ronan, l’unico figlio biologico della loro unione.

Mentre il loro rapporto professionale si rafforzava grazie ai tredici film girati insieme, il loro legame emotivo si è lentamente raffreddato. Nessuno immaginava la lotta mediatica che stava nascendo tra i due.

All’inizio degli anni ’90, la relazione tra Woody e Soon-Yi prende una piega diversa. All’inizio i loro progetti erano innocenti, come andare alle partite o visitare cinema e musei, con la consapevolezza e il consenso di Mia, ma presto passarono a un livello più intimo.

All’inizio del 1992, lo scandalo esplode davanti agli occhi di Mia. Un giorno, l’attrice trovò delle foto di sua figlia nell’appartamento del regista. L’attrice ha dichiarato: “Era un pacchetto di foto intime di una donna, di una ragazza. Le ho prese e ho capito che erano tutte di Soon-Yi. Erano di mia figlia”.

Tuttavia, ha scelto di rimanere in silenzio e ha trascorso parte dell’anno a pianificare la lotta legale che avrebbe intrapreso contro il suo compagno. A metà dello stesso anno, la Farrow accusò Allen di aver tentato di toccare in modo inappropriato Dylan, l’altra figlia adottiva, e mise la testimonianza della ragazza tra le prove. In risposta, il regista la citò in giudizio e chiese la custodia di tutti i figli che condividevano, rendendo pubblica la sua relazione con Soon-Yi, che aveva già lasciato la casa e viveva con lui.

RPM / SIPA / EAST NEWS

A metà dell’anno successivo, diversi esperti dichiararono “incoerente” la testimonianza della ragazza, che aveva fornito una versione diversa a ogni interrogatorio. L’8 giugno 1993, un giudice tentò di mettere ordine con una sentenza che assegnava la custodia dei bambini a Mia, archiviava le accuse di comportamento improprio nei confronti di Dylan per mancanza di prove e limitava le visite di Allen ai piccoli. L’unica cosa che sembrava andare bene nella sua vita privata era la relazione con Soon-Yi, che sposò quattro anni dopo.

SAMA / SIPA / East News

La coppia ha ufficializzato la propria unione il 22 dicembre 1997 a Venezia e con il matrimonio è iniziata una nuova fase per il regista. A quel tempo, lui aveva 61 anni e lei 26. Da allora, la giovane donna si è dedicata a fare la moglie e la casalinga a tempo pieno.

Con il passare degli anni, hanno deciso di diventare genitori, così hanno scelto di adottare due bambine, Bechet Dumaine Allen e Manzie Tio Allen, che ora sono adulte ma sono rimaste lontane dai riflettori e dai media.

Union Press / Sipa / East News

Nel corso degli anni, Allen si è impegnato a difendere e convalidare la relazione con la moglie. In un’intervista, il regista ha dichiarato: “Ho iniziato la relazione pensando che non sarebbe stata seria, solo un’avventura. Ma ha assunto una vita propria. Abbiamo iniziato a uscire insieme, poi a vivere insieme e ci siamo divertiti. Io ho 35 anni in più e in qualche modo la dinamica ha funzionato.
Io ero paterno. Mi piaceva la sua giovinezza e la sua energia. Mi dava fiducia e io ero felice di aiutarla con un’enorme quantità di decisioni e di lasciarle prendere in mano tante cose. È fiorita”.

Per il regista, tuttavia, essere paterno e considerarsi suo padre erano cose molto diverse.

MARCOCCHI GIULIO / SIPA / EAST NEWS

Per questo motivo, è molto comune sentire dire che “Woody Allen ha sposato sua figlia”, ma, secondo Soon-Yi stessa, non ha mai visto Woody come un padre, poiché non viveva in casa con loro.

Una volta ha detto: “Non lo vedevamo come un padre. Non lasciava vestiti a casa nostra, nemmeno uno spazzolino da denti”. E tutto sembra indicare che le loro scelte siano state quelle giuste perché, a distanza di oltre 30 anni, continuano a mostrarsi come una coppia forte, stabile e duratura.

Anteprima del credito fotografico ELIGIO PAONI / Contrasto / East News, MARCOCCHI GIULIO / SIPA / EAST NEWS
Condividi quest'articolo