Il lato positivo
Il lato positivo

Il nero non snellisce e altre 6 credenze popolari di bellezza che andremo a sfatare

In media, nell’arco della loro vita, le donne spendono circa 220.000 euro in prodotti di bellezza. Per lo più si tratta di creme per le occhiaie e costosi flaconi di shampoo. E, nel corso della nostra esistenza, sentiamo così tante dicerie sulla bellezza che, alla fine, crediamo un po’ a tutto quello che ci dicono. Soprattutto quando: “Lo ha detto mia cugina!”.

Noi de Il Lato Positivo abbiamo voluto sfatare ben 7 dei più popolari miti di bellezza.

Mito 1: il nero snellisce.

Invece di snellire magicamente il tuo fisico, il nero fa proprio il contrario. Ti fa sembrare più grande poiché il colore non aiuta a bilanciare la silhouette. Attira anche l’attenzione su ciò che stai cercando di nascondere, poiché è molto brillante. L’illusione ottica non funziona alla luce del giorno e i vestiti monocromatici non ti aiutano a sembrare più snella.

Invece, prova a scegliere il verde scuro, il blu e il grigio.

Mito 2: le creme ad alto SPF ti proteggono meglio.

Solo perché l’etichetta dice SPF (in italiano fattore di protezione solare) 50 non significa che la protezione durerà 10 ore. Molto spesso si pensa che si possa applicare la crema solare con l’SPF più alto una sola volta. Ma, in realtà, non importa quanto sia alta, i filtri solari dovrebbero essere riapplicati ogni 2 ore. Se sudi o nuoti, ancora più spesso.

Mito 3: non devi scoppiare i brufoli.

Abbiamo tutti sentito dire che se scoppi un brufolo fai solo peggio. Tuttavia, può giovare al tuo viso se sai quali brufoli scoppiare e quando. Quelli gialli e infiammati dovrebbero essere spremuti poiché si accelera il processo di guarigione e si rilasciano i batteri intrappolati sotto la pelle.

Si consiglia inoltre di farlo con uno spillo o un ago sterilizzato. Tieni presente che è meglio affidarsi a un professionista per questo tipo di procedura perché potresti facilmente contrarre un’infezione o potrebbe rimanere una cicatrice.

Mito 4: lavarsi i capelli tutti i giorni fa male.

Lavare i capelli ogni giorno, in alcuni casi, va bene e non fa male. Tutto dipende dal tipo di capello e dal livello di attività fisica. Quello che non dovresti ignorare sono gli ingredienti nello shampoo. Assicurati che non siano aggressivi (contenenti siliconi, pantenolo, ecc.). Puoi anche optare per un balsamo senza risciacquo.

Mito 5: bere molta acqua aiuta se hai la pelle secca.

Bere molta acqua non è efficace per la pelle secca e una quantità eccessiva può anche causare altri problemi di salute. La pelle si disidrata, ma non perché non bevi abbastanza, ma perché l’acqua evapora rapidamente. Una buona cura dell’epidermide dovrebbe impedire che ciò accada e trattenere l’umidità per periodi di tempo più lunghi. I prodotti con acido ialuronico sono altamente efficaci e adatti a tutti i tipi di pelle.

Mito 6: puoi sbarazzarti delle occhiaie.

Sfortunatamente, non c’è molto che puoi fare per la pigmentazione ereditaria sotto i tuoi occhi. Puoi dormire molto e condurre uno stile di vita sano e avere comunque le occhiaie. Potrebbero anche peggiorare alla luce del sole. Non puoi sbarazzartene del tutto poiché, in questo caso, sei geneticamente predisposto ad averle, ma puoi coprirle con il trucco.

Mito 7: i prodotti per capelli possono riparare le doppie punte.

I prodotti per capelli possono solo aiutarli in modo temporaneo e non potranno mai effettivamente risolvere il problema. I sieri e i balsami possono rendere meno evidenti le doppie punte e potrebbero anche rallentare il processo di rottura. Tuttavia, non possono eliminare completamente il danno. Invece, è meglio optare per normali maschere per capelli, proteggerli dalla luce solare diretta e tagliare le punte di tanto in tanto.

Quali altri miti di bellezza conosci? Quali sei riuscito a sfatare da sol*?

Anteprima del credito fotografico Shutterstock.com
Il lato positivo/Robe da ragazze/Il nero non snellisce e altre 6 credenze popolari di bellezza che andremo a sfatare
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti