Il lato positivo
Il lato positivo

12 miti sul piercing: è ora che tu smetta di crederci

Il piercing è uno dei più antichi tipi di modifica del corpo: è stato utilizzato da diverse nazioni alcune migliaia di anni fa. Nonostante abbia una storia così lunga, ci sono ancora dei pregiudizi a riguardo e questa mancanza di conoscenza può portare ad alcuni problemi e complicazioni.

Il Lato Positivo ha deciso di sfatare i miti più popolari in modo che tu possa goderti il tuo attraente piercing in tutta tranquillità.

1. Le pistole perforanti sono migliori degli aghi.

Il piercing al lobo dell’orecchio con la pistola è probabilmente uno dei tipi di piercing più popolari e pericolosi per diversi motivi:

  • Durante il piercing, il sangue potrebbe entrare nel dispositivo e la pistola di plastica è impossibile da smontare o mettere in acqua bollente per la sterilizzazione. Quindi c’è il rischio di essere infettati da qualcosa di veramente serio come l’epatite.
  • Per fare un buco con una pistola, usano un orecchino affilato. A differenza di uno speciale ago cavo, l’orecchino strappa letteralmente il tessuto del lobo dell’orecchio. Tali ferite richiedono molto più tempo per guarire.
  • Quando si usa una pistola, l’orecchio viene pizzicato, il ché aumenta solo il rischio di farsi male. Per lo stesso motivo, non è così semplice ottenere il buco giusto: aumenta il pericolo di piercing asimmetrico.

2. Dopo la foratura, devi usare degli orecchini in oro, argento o acciaio chirurgico.

Questo è un altro mito popolare che può portare alla dermatite allergica.

  • È difficile trovare oro di buona qualità, motivo per cui molte persone ne acquistano tipi più economici che potrebbero contenere nichel. Si ritiene che causi reazioni allergiche.
  • L’acciaio inossidabile non provoca reazioni allergiche. Questo è il motivo per cui gli aghi da piercing sono fatti di questo materiale. Ma non tutto l’acciaio inossidabile è adatto per essere indossato durante il periodo di guarigione. Hai bisogno del tipo senza additivi che può essere difficile da trovare.
  • Per il primo piercing, è meglio scegliere materiali che non entrino in contatto attivo con la pelle, come , ad esempio, il titanio leggero e sicuro (utilizzato nelle protesi e negli impianti dentali).

3. Qualsiasi tipo di orecchino può essere inserito in un nuovo buco.

In effetti, la maggior parte dei prodotti delle gioiellerie non va bene per un buco appena forato.

  • Spesso hanno filettature esterne che raccolgono molto sporco. Questo può portare a un’infezione.
  • I gioielli specifici per i piercing sono lucidati molto meglio e il filo si trova all’interno. Questi orecchini sono difficili da indossare, ma la ferita guarirà molto più velocemente. Inoltre, puoi scegliere la lunghezza ottimale, tenendo conto del gonfiore (che spesso compare dopo il piercing).

4. Gli orecchini devono essere spostati spesso.

Questo è uno dei peggiori consigli che puoi dare a qualcuno che ha deciso di farsi un piercing.

  • Girare regolarmente l’orecchino non fa che peggiorare la ferita e potrebbe volerci più tempo per farla guarire. Questo è il motivo per cui gli esperti di piercing sconsigliano di usare subito gli anelli al naso: sono più mobili di altri tipi di gioielli.
  • Se ti prendi cura di un buco fresco, non hai bisogno di fare nient’altro per mantenerlo sano.

5. Il perossido di idrogeno è il tuo migliore amico.

Nonostante il suo utilizzo in tutto il mondo, il perossido di idrogeno non è sempre la soluzione migliore.

  • Pensa a quanto è schiumoso quando viene messo sulla ferita. Questo effetto fa uscire tutto lo sporco dalla ferita. Tuttavia, gli scienziati stanno ancora facendo ricerche per capire se il perossido di idrogeno distrugga le cellule del tessuto connettivo necessarie per la guarigione. I risultati non sono ancora chiari.
  • Gli scienziati non sono nemmeno abbastanza sicuri delle caratteristiche disinfettanti del perossido di idrogeno. L’Organizzazione Mondiale della Sanità descrive solo 3 antisettici: clorexidina, etanolo e iodio povidone. Il perossido di idrogeno non è nell’elenco.
  • Solo la clorexidina può essere utilizzata per un nuovo piercing. È usata dai dentisti, quindi puoi usarla anche tu. Tuttavia, dovresti sapere che i tuoi denti potrebbero diventare un po’ gialli se la usi per la bocca, ma comunque andrà via nel tempo.

6. Dire che un piercing è o non è doloroso.

Sia “doloroso” che “non doloroso” sono concetti sbagliati. Il dolore è qualcosa di molto soggettivo. Tuttavia, esiste una tabella dell’intensità del dolore per i vari tipi di piercing.

  • I punti meno dolorosi sono i lobi delle orecchie e l’ombelico.
  • I punti più dolorosi per il piercing sono le sopracciglia, le labbra, la lingua e le narici.
  • Un’altra area altrettanto dolorosa è il piercing della cartilagine spessa che richiede molto lavoro per essere perforata, quella di cui è fatto l’intero orecchio, ad eccezione del lobo.
  • Il punto più doloroso da perforare sono le parti intime.

7. Se rimuovi un orecchino, la puntura guarirà subito.

Questo è un altro mito popolare. Persone diverse hanno capacità di guarigione diversa.

  • Alcune persone potrebbero estrarre un anello dall’ombelico e all’inizio dell’estate successiva dovranno fare un nuovo buco. Tuttavia, altri potrebbero avere buchi che durano per i successivi 3 anni.
  • Se vuoi sbarazzarti di un piercing, usa unguenti rigeneranti. Ma attenzione, non sempre aiutano. A volte, le persone devono consultare chirurghi e farsi mettere dei punti.

8. Il piercing è per gli adolescenti.

Per molte persone, il mondo del piercing è ancora associato agli adolescenti.

  • Ci sono alcune aree professionali in cui le persone con piercing hanno difficoltà a trovare lavoro. Non perché la gestione di queste aziende sia conservatrice, ma i clienti sono di solito persone anziane che hanno pregiudizi sui piercing.
  • Tuttavia, nel 2014 è stato condotto uno studio interessante in cui è stato chiesto a 194 studenti universitari e 95 adulti che lavorano di dire qualcosa su un determinato candidato di lavoro. La metà dei partecipanti ha ricevuto un CV di un candidato senza piercing sul viso e l’altra metà ha ricevuto quello di una persona con piercing sulle labbra e sulle sopracciglia. I candidati con piercing hanno ottenuto un punteggio inferiore sulle capacità professionali, sulle capacità comunicative e sulle qualità morali. Ma ciò che è ancora più interessante è che i partecipanti più giovani erano più severi nei confronti delle persone con piercing rispetto ai più anziani.

9. Le persone con la lingua bucata hanno la blesa.

  • Naturalmente, subito dopo un piercing alla lingua, è impossibile evitare qualche disagio: ci vorrà un po’ di tempo per abituarsi a un oggetto estraneo in bocca. Ma non preoccuparti, sarà un problema risolvibile. Studi dimostrano che non c’è differenza significativa nelle capacità di articolazione tra le persone che hanno piercing nella lingua e le persone che non ce l’hanno.
  • Il pericolo più grande di questo tipo di piercing è quello di danneggiare i denti. Se hai i denti delicati, allora è meglio non farlo. La ferita sulla lingua può infettarsi. Anche se i tuoi denti sono forti, è importante non prendere l’abitudine di toccarli con piercing. Inoltre, i dentisti consigliano di rimuoverli dalla lingua durante la notte.
  • Alcuni esperti non eseguono il piercing orizzontale della punta della lingua che viene definito “occhi di serpente”. Secondo loro, questo potrebbe portare a problemi di articolazione perché qui vengono manomessi molti muscoli e può persino causare danni ai denti.

10. I piercing all’ombelico possono essere indossati durante la gravidanza.

Tutto dipende dall’aspetto dell’ombelico.

  • Puoi avere dei piercing se non ti causano alcun disagio. È meglio non usare gioielli in metallo, ma qualcosa di polimeri può andare bene. Questo tipo di gioielli si adatterà ai cambiamenti del corpo. Attenzione però ai materiali che usi.
  • Se hai la pelle delicata, invece, è meglio rimuovere anche i gioielli più piccoli.

11. I piercing al capezzolo non sono un problema per l’allattamento.

Da un lato, molte donne con piercing al seno allattano tranquillamente i loro bambini, ma dall’altro ci sono alcuni rischi e cose che devi sapere.

  • I piercing ai capezzoli possono causare danni ai nervi. Questo potrebbe portare a problemi con l’allattamento.
  • Gli esperti sconsigliano alle donne di farsi piercing durante la gravidanza e l’allattamento. I cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo durante questi periodi non sono i migliori per il piercing: la sensibilità dei capezzoli è elevata e l’irritazione potrebbe causare un travaglio prematuro in qualsiasi momento. Inoltre, se hai bisogno di farmaci in caso di complicazioni, la gamma di quelli possibili sarà molto ridotta.
  • Non farti piercing se hai intenzione di rimanere incinta presto. Il processo di guarigione dura dai 6 ai 12 mesi. Più tempo passa tra il momento del piercing e la nascita del bambino, minori sono i rischi.
  • Inoltre, è meglio non farsi piercing subito dopo che il bambino smette di bere il latte. Attendi 3-4 mesi affinché i livelli ormonali tornino alla normalità, a com’erano prima della gravidanza.
  • Se hai avuto piercing molto prima del travaglio e la ferita è guarita, gli esperti raccomandano alle donne di rimuovere tutti i piercing durante il periodo dell’allattamento al seno per non causare alcun problema. Tuttavia, alcune madri preferiscono rimuoverli solo per il periodo di allattamento al seno. In questo caso, assicurati che le tue mani e i tuoi gioielli siano puliti per prevenire eventuali infezioni ai capezzoli che possono anche far del male al bambino.
  • Gli esperti dicono che i buchi nei capezzoli spesso portano a una maggiore secrezione di latte. Gli esperti non sanno se sia una cosa buona o cattiva. Ma in ogni caso, è meglio consultare un esperto dell’allattamento al seno. Ti consigliano di essere nella posizione migliore per l’allattamento al seno in modo che il bambino non beva troppo di colpo.

12. Prima ti fai il piercing, meglio è.

Se perforare o meno le orecchie dei bambini è una domanda a cui solo i genitori stessi possono rispondere. Alcune persone pensano che sia meglio fare il piercing mentre si è ancora bambini per evitare che il piccoli si ricordino della spiacevole procedura. Altre persone pensano che sia qualcosa che solo un bambino più grande può decidere di fare o meno.

Ecco le cose che devi tenere a mente, indipendentemente da quale sia il tuo pensiero:

  • Prima di tutto, devi capire che è abbastanza difficile spiegare a un bambino che tirare, girare e toccare gli orecchini non è una buona idea. Potrebbero ferirsi accidentalmente, specialmente con orecchini più grandi. Se li tirano, potrebbero persino strappare il lobo dell’orecchio e gli ci vorrà molto tempo per guarire.
  • In secondo luogo, non dimenticare che oggetti così piccoli possono facilmente finire nella bocca o nel naso di un bambino. Questo potrebbe portare ad alcune conseguenze disastrose.
  • Infine, pensa alla probabilità di una foratura irregolare. È difficile, anche per un adulto, non sussultare durante una procedura di piercing, figuriamoci per un bambino. Alla fine, il buco potrebbe venire nel punto sbagliato. Inoltre, il corpo cresce molto velocemente in quella fase della vita e c’è il rischio che anche un buco perfetto si perda e il bambino dovrà cambiarlo quando crescerà o dovrà fare i conti con orecchini asimmetrici.

Quali parti del corpo pensi stiano meglio con i piercing? Dove non ti faresti mai il piercing? Diccelo nella sezione dei commenti qui sotto.

Anteprima del credito fotografico Stechwerk Winterthur / Facebook, Depositphotos
Il lato positivo/Salute/12 miti sul piercing: è ora che tu smetta di crederci
Condividi quest'articolo
Credo che questi articoli potrebbero piacerti